Radio Nettuno

Virtus – Fontecchio Mvp ed i bianconeri vincono a Rimini

6 Settembre 2015
Virtus – Fontecchio Mvp ed i bianconeri vincono a Rimini

OBIETTIVO LAVORO – CRABS 69-63
(15-14, 35-31, 49-53)
Obiettivo Lavoro: Gaddy 7, Ray 6, Fontecchio 13, Odom 16, Mazzola 2, Vitali 3, Williams 10, Oxilia 5, Vercellino 3, Varrone 4. All. Valli.
Crabs Rimini: Perez 5, Meluzzi, Panzini 3, Signorini 3, Tassinari 3, Draskovic 18, Tarolis 9, Adams 1, Crotta 10, Romano 11. All. Mladenov.

Il primo quarto finisce testa a testa, 15-14. Rimini risponde ai primi assalti di Ray e Gaddy trovando tiri precisi da lontano. Coach Valli mantiene la promessa di ieri, butta presto nella mischia i giovani e ha buone risposte da Oxilia, Vercellino e Varrone, soprattutto in fase difensiva. Il compito di portare palla tocca per qualche minuto anche a Penny Williams. Nel secondo quarto, Rimini cerca l’allungo, e un tecnico fischiato a Mazzola aiuta la truppa di Mladenov che si ritrova sul 15-21. I Crabs sfruttano bene Crotta sotto canestro, proprio là dove Bologna ha tre caselle vuote e deve sempre inventarsi qualcosa. Non è una fuga, e infatti Obiettivo Lavoro rientra con una fiammata di Rod Odom, che ne mette cinque in fila fino al sorpasso, sul 27-26. Si va all’intervallo lungo avanti di quattro punti, con molto spazio dedicato fin qui a chi ha voglia e volontà di fare esperienza.
Al rientro sembra la fuga buona, con Williams che fa vedere cose giuste e trascina i suoi addirittura sul +10. Ma Rimini non ci sta: Mladenov sistema la zona e confonde le idee alla Virtus, che fin qui non è stata in serata brillantissima dalla distanza. Ne esce un parziale di 13-0 per i padroni di casa, con Draskovic e Romano attori principali, che porta al controsorpasso e li tiene avanti alla mezz’ora (49-53). Negli ultimi dieci minuti Rimini insiste con la zona, vede il traguardo poco lontano e ci prova ma Obiettivo Lavoro non ci sta a chiudere da seconda. Mette dentro l’esperienza degli americani, soprattutto un lussuoso Odom, la verve di un Fontecchio premiato migliore in campo dell’intero torneo, prende punti preziosi da Oxilia e una difesa attenta, con tanto di stoppata pesantissima, da Vercellino. In parole semplici: sorpassa ancora, questa volta definitivamente, e va a prendersi il “Città di Rimini”.
Nonostante la stanchezza – sono le parole di coach Valliabbiamo potuto dividere i minutaggi e dare spazio anche ai nostri giovani, che ci hanno dato una mano importante a vincere il torneo. E’ un premio anche per loro, che lavorano tantissimo e si impegnano tutti i giorni in palestra”.

m.t.

Ti piace questo articolo? Condividilo!