Radio Nettuno

Successo per il “Giocatour” organizzato dal Centro Sportivo

7 Settembre 2015
Successo per il “Giocatour” organizzato dal Centro Sportivo

Un fiume in piena di curiosi, passanti, famiglie, ma soprattutto bambini. Sono stati loro, intervendo in massa, i veri protagonisti della festa finale della decima edizione de “La Città dello Zecchino d’Oro”, andata in scena oggi pomeriggio presso il Parco della Montagnola. Senza precedenti il successo della manifestazione che ha registrato l’afflusso di più di 10.000 persone nella festa finale di oggi, per un totale di più di 25.000 intervenuti nell’arco dei tre giorni (dal 4 al 6 settembre), stabilendo il nuovo record di presenze.
All’evento, organizzato da Antoniano e promosso dal Comune di Bologna con l’adesione della Presidenza della Repubblica, il CSI di Bologna ha partecipato realizzando l’iniziativa “Giocatour”, che ha coinvolto i tanti bambini che si sono presentati in un’accattivante proposta multisport.
In un clima accogliente e familiare, tutti i partecipanti hanno potuto sperimentare tante discipline sportive, dal calcio al basket, dal mega volley, giocato con un pallone molto più grande e più leggero di quello ufficiale, al badminton, fino al croquet, una versione del cricket per i più piccoli, e al Giga Shangai, praticato con bastoncini in formato gigante.
Un vero e proprio percorso per conoscere e provare in prima persona le diverse discipline sportive, avendo il piacere di scoprire le proprie abilità e, negli sport di squadra, di conoscere anche il bello di condividere il proprio entusiasmo con nuovi amici. E di ricevere, alla fine del percorso sportivo, un gadget a ricordo della bella esperienza.
Che ha avuto il migliore epilogo con il concerto offerto dal Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna.
Soddisfatta Elena Boni, Vice Presidente del CSI di Bologna: “In questa edizione de ‘La Città dello Zecchino d’Oro’ il CSI è stato ancora più presente. Avere avuto la possibilità di allestire un nostro gazebo alla caccia al tesoro di sabato ci ha permesso di poter parlare ai bambini del mestiere dell’arbitro e di svolgere una parte importante del nostro lavoro educativo. E l’imponente adesione al ‘Giocatour’ di oggi ha confermato la validità del modello proposto, che si pone l’obiettivo di trasmettere ai bambini quanto sia bello “provare” lo sport, prima di giocarlo. In più la professionalità dei nostri collaboratori ed educatori, tutti qualificati, ci ha dato modo di proporre un’offerta di qualità alle famiglie, entusiaste dell’iniziativa. Ringrazio Antoniano per la collaborazione nella realizzazione dell’evento: persone che lavorano insieme, unite dalla condivisione del medesimo obiettivo, fanno la differenza”.
Sulla stessa lunghezza d’onda Padre Alessandro Caspoli, Direttore di Antoniano: “Essere arrivati alla decima edizione di una manifestazione come “La Città dello Zecchino d’Oro”, che apre le attività dell’autunno per i bambini di Bologna, è motivo di grande soddisfazione. Siamo molto felici perchè questo evento è ormai diventato un punto di riferimento per tutte le famiglie dei bambini del territorio, che credono nel mondo sano che proponiamo all’interno de “La Città dello Zecchino d’Oro”. Ringrazio tutte le associazioni che insieme a noi si impegnano in questo progetto e che, da dieci anni, lavorano per la sua buona riuscita”. Si è confermata vincente la collaborazione col CSI. “In dieci anni è diventata sempre più solida. Il CSI, insieme all’Antoniano, è un riferimento per la città di Bologna nella proposta di valori e di attività che sono utili alle famiglie per la crescita armonica dei bambini. Noi, più attraverso la musica, il CSI, più attraverso lo sport. La combinazione di queste due realtà per noi è importantissima”.

Ti piace questo articolo? Condividilo!