Radio Nettuno

Scoppia il caso Diawara. Piraino: “Via da Bologna”. La società…

30 Giugno 2016
Scoppia il caso Diawara. Piraino: “Via da Bologna”. La società…

Galeotta fu la parola “regalo“, pronunciata da Riccardo Bigon nel corso di un’intervista a èTv, in relazione alla proposta di adeguamento contrattuale che il Bologna avrebbe offerto ad Amadou Diawara. Apriti cielo. Nel giro di un paio d’ore l’agente del giocatore, Daniele Piraino, se ne va a Sky e rompe con la società rossoblù: “Ad oggi non ci è arrivata nessuna proposta di adeguamento, neppure lontanamente vicina al salario di un giocatore che viene valutato dal club 20 milioni. Il Bologna dice che Diawara vale 20 milioni, tuttavia lo sta pagando 3.000 euro al mese, come un giocatore di Interregionale. Posso sentire parlare di regalo? È’ irrispettoso per chi ha giocato più di trenta partite da titolare. Spero che questa situazione non prosegua fino ad agosto. I dirigenti conoscono la volontà di Diawara: quella di andare via”. Sin qui il procuratore. Il Bologna fa sapere che Diawara “ha percepito nella scorsa stagione 280.000 euro e non 3.000 euro al mese” e che comunque la proposta di adeguamento è stata presentata. Piraino tuttavia va oltre e critica l’atteggiamento tenuto dalla dirigenza rossoblù nella trattativa col Valencia: “Il direttore generale spagnolo Pitarch è venuto a Milano tre volte e non è mai riuscito a incontrare l’amministratore delegato Fenucci. La trattativa si è incrinata definitivamente quando Pitarch è venuto a Bologna e anche lì ha visto la ritrosia del club a discutere. Ad oggi il Bfc ha fatto cadere l’offerta più concreta, superiore ai dieci milioni”. Su questo punto il Bologna non risponde: certo è che una cessione che prima sembrava possibile, ora è più che probabile. E la settimana prossima, come diciamo da alcuni giorni, è quella buona per la Roma.

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!