Radio Nettuno

Rugby – La Reno perde di misura a Piombino

23 Febbraio 2016
Rugby – La Reno perde di misura a Piombino

Pur  mostrando  sensibili  progressi  nell’organizzazione  del  gioco,  la  Reno  perde  di  misura  a Piombino  una  partita  che  avrebbe  potuto  fare  sua, pagando  anche  dazio  per  le  precarie condizioni fisiche con cui diversi giocatori sono scesi in campo.

Dopo  un inizio  promettente,  la  Reno  fallisce  con  Kharytonyk  una  punizione  che  l’avrebbe portata  in  vantaggio.  La partita  prosegue  all’insegna  dell’equilibrio,  con  frequenti rovesciamenti di fronte. Primi a muovere il punteggio, al 23’ sono i tirrenici che sfruttano bene un vantaggio  con  un  bel  calcio  passaggio all’ala  che  s’invola  in  meta:  7  a  0  dopo  la trasformazione. Ma  la  Reno  ribatte  subito  e  dopo  tre minuti  si  rovescia  nei  22  avversari,  guadagnando  una punizione  che  viene  giocata  velocemente  per  Murgulet.  Il numero  2  bolognese s’incunea nella  difesa  avversaria,  sfonda e  schiaccia  oltre  l’estrema  linea.  Kharytonyk  trasforma ottenendo così il pareggio: 7 a 7. I gialloblu prendono il controllo del gioco e al 35’ giocanobene sugli sviluppi di una maul nei 22  avversari  e  mandano in  meta Ruggeri. Kharytonyk  trasforma ancora  per 14  a  7. Allo scadere del tempo i gialloblu non concretizzano un’azione corale d’attacco a ridosso dell’area di metà dei toscaniche avrebbe forse potuto chiudere la partita, ma l’azione sfuma per una gestione affrettata in fase conclusiva.

Il secondo tempo inizia male per la Reno che, dopo soli due minuti, resta in 14 per l’espulsione temporanea di Ruggeri (fallo di antigioco) e pochi minuti dopo subisce una meta a seguito di un’azione  di  forza  dell’Union  Tirreno  che  si  riporta  così  in  parità. Al 7’ la  Reno sostituisce Calabrò  con  Datti  e  pochi  minuti  dopo,  con  un  doppio  cambio, Vagheggini con Laperuta  e Kharytonyk con Furetti: operazioni che forse distraggono un po’ i bolognesi che subiscono una  marcatura  in  mezzo  ai  pali  grazie  ad  un’incursione che  perfora  troppo  facilmente  il pacchetto difensivo  gialloblu, permettendo  poi  ai  piombinesi di  gestire da  buona  posizioneuna maul inarrestabile. Nel frattempo entra in campo Graziosi al posto di Faggioli. Sul 21 a 14 per l’Union Tirreno è la Reno a trovarsi però in superiorità numerica (cartellino giallo ai danni del Piombino) e al 18’ un’ottima  maul  giocata  con  buona  tecnica  le  permette  di  andare  in  meta  con  Scafidi. Purtroppo la trasformazione non riesce e l’Union Tirreno resta in vantaggio sul21 a 19.Al 25’del secondo tempo Vito, per infortunio, lascia il posto in prima linea a Boarelli. Scende anche  Murgulet  rilevato  da Domenichini  ed  entra  in  campo  anche  Danastasio  al  posto  di Savini (ottimo esordio il suo). Sotto nel punteggio i bolognesi stringono i tempi e costringono i tirrenici ad una difesa affannosa: privy. Però, di un piazzatore affidabile sono costretti a rinunciare a due penalty concessi dai toscani. Nonostante ciò, i gialloblu per ben tre volte vanno vicinissimi alla meta  della  vittoria con  Natale  e  con  Ruggeri,  ma  alla  fine  l’ultima  giocata  sfuma  per un’incomprensione e la partita finisce con i toscani vittoriosi per 21 a 19. Alla Reno resta la magra consolazione del punto di bonus difensivo.

Ti piace questo articolo? Condividilo!