Radio Nettuno

Reazione Segafredo, vittoria a Torino e play off più vicini

15 Aprile 2018
Reazione Segafredo, vittoria a Torino e play off più vicini

FIAT – SEGAFREDO 65 – 67
(22-16; 34-41; 47-51)
Torino: Blue, Garrett 7, Pelle 6, Vujacic 13, Poeta, Boungou 3, Washingto 17, Mazzola 6, Tourè ne, Mittica ne, Stodo ne, Mbwakwe 13. All. Galbiati.
Virtus: Gentile ne, Chessari ne, Umeh, Pajola 2, Baldi Rossi 7, Ndoja 8, Lafayette 9, Aradori 12, S. Gentile 7, Lawson 18, Slaughter 4. All. Ramagli.

Due punti di platino per la Virtus, che sbanca Torino e si conferma tra le prime otto del campionato. Il match non è stato certo dei più piacevoli: duro, con tantissimi contatti non sanzionati, insomma, un antipasto dei play off. I bianconeri hanno vinto meritatamente, anche se nel finale due palle perse potevano costare molto caro. Se Lawson è stato il top scorer, una menzione particolare se la merita Pajola, determinante in difesa e lucido, pur tirando una sola volta, in attacco.
La partita era iniziata in equilibrio (5-5 al 2’), poi, la maggiore fisicità dei piemontesi, aveva portato la Fiat sul +12 (17-5 al 5’). L’entrata in campo di Lawson, però, dava fiducia all’attacco felsineo, col pivot che segnava 11 punti in pochi minuti (24-23 al 12’). Due stoccate da oltre l’arco di Ndoja davano il sorpasso (30-33 al 16’). Squillo di Lafayette dai 6,75 e 34-40, cinque punti consecutivi di Baldi Rossi per il 36-46 al 23’, massimo vantaggio ospite. Torino alzava l’intensità difensiva e rientrava a -2 sul 47-49, ma la Segafredo non si faceva mai acchiappare (49-55, 54-59, 56-62, tripla di Stefano Gentile a 3’ dalla fine). Il palleggio, arresto e tiro di Lafayette, sembrava chiuderla (59-66), ma si svegliava Garrett e a 37” dalla fine, il tabellone segnava 65-66. La Virtus perdeva un secondo possesso per infrazione di campo, ma Vujacic, a -3”, faceva di peggio, regalando il pallone ai bianconeri. Fallo immediato su Aradori: buono il primo, fuori il secondo e game over.

Ti piace questo articolo? Condividilo!