Radio Nettuno

Qualificazioni Mondiali, tanta paura per l’Italia contro la Macedonia ma arrivano i 3 punti

10 Ottobre 2016
Qualificazioni Mondiali, tanta paura per l’Italia contro la Macedonia ma arrivano i 3 punti

Tantissima paura per l’Italia di Ventura in Macedonia che riesce a vincere per 3-2 in rimonta grazie alla doppietta di Ciro Immobile e al primo gol in azzurro per il Gallo Belotti, anche la Spagna ha avuto tante difficoltà in Albania ma alla fine vince per 2-0 sfruttando l’errore di Berisha.

Le altre partite brutta partita per il Galles che pareggia in casa contro la Georgia che meritava addirittura la vittoria, gol fondamentale per Mandzukic che vale i 3 punti nella trasferta Finlandese, vittoria di orgoglio della Serbia contro l’emergente Austria.

GRUPPO D

Galles-Georgia 1-1

Secondo pareggio consecutivo per i britannici, che dopo il 2-2 in Austria si fermano anche a Cardiff, contro una Georgia che porta a casa il primo punto in queste qualificazioni e ritorna in Georgia con molti rimpianti, come sempre la sblocca Bale, che al 10′ stacca più in alto di tutti sull’angolo di Ledley, e Okriashvili, che al 57′ non sbaglia di testa, solo davanti a Hennessey, ma la partita è’ in mano alla Georgia che sfiora la vittoria per tre volte, con  Mchedlidze che fallisce clamorosamente l’occasione del 2-1 georgiano al 72′, Gvilia sfiora il palo al 79′ e Kazaishvili da fuori centra la traversa all’80’.

Moldova-Irlanda 1-3

La nazionale di Martin O’Neill, non ha grandi problemi a battere la modesta Moldova e segna subito con un destro da fuori di Long al 2′, poi domina ma non concretizza e subisce il pari di Bugaev al primo minuto di recupero, nel secondo tempo mette le cose al suo posto   McClean, che di sinistro in mischia al 69′ e tocca  facile su cross di Coleman al 76′.

Serbia-Austria 3-2

Partita bellissima con una Serbia altalenante come spesso le capita, dove Aleksandar Mitrovic sblocca al 6′ e Sabitzer risponde al 15′ sfruttando un errore in area di Stefan Mitrovic, poi è ancora A. Mitrovic (23′) a riportare avanti i suoi con un colpo di testa e firmando  una bellissima doppietta, ma l’Austria  al 62′ con Janko trova il gol del pari, ma al 73′ i padroni di casa trovano il gol-vittoria con un destro di Dusan Tadic, autore peraltro di entrambi gli assist a Mitrovic, nel finale l’Austria sbaglia un paio  di occasioni clamorose per trovare il pareggio.

Classifica gruppo D :

Serbia e Irlanda 7, Galles 5, Austria 4, Georgia 1, Moldova 0

GRUPPO I

Finlandia-Croazia 0-1

Mario Mandzukic non si ferma più: dopo la tripletta al Kosovo, l’attaccante della Juve timbra il cartellino anche in Finlandia, dove decide la gara al 18′ con un colpo di testa sulla linea, sfruttando il gran tiro di Kramaric che  sarebbe comunque entrata in porta lo stesso, nel secondo tempo la Corazia sfiora il secondo gol con  Perisic  ma la palla si stampa sul palo.

Ucraina-Kosovo 3-0

Si gioca a Cracovia,  perché l’Ucraina non riconosce il Kosovo come stato e avrebbe negato i permessi di accesso a squadra e staff senza doppio passaporto,  Shevchenko porta a casa  la prima vittoria nelle qualificazioni mondiali, al 31′ Kravets, apre le danze, sfruttando una ripartenza dei suoi e la deviazione di un difensore che mette fuori causa Ujkani, nel secondo tempo Bernard Berisha sfiora il pari colpendo la traversa, poi Yarmolenko all’81’ e Rotan all’87’ portano a casa la vittoria per l’Ucraina risultato bugiardo con il Kosovo che avrebbe meritato almeno di segnare 1 gol.

Islanda-Turchia 2-0

Ancora senza vittorie la squadra allenata dall’imperatore Terim, che dopo due pareggi subisce  il primo k.o. contro un’Islanda sempre difficile da affrontare. L’Islanda chiude la partita nel finale del primo tempo dopo una supremazia territoriale già abbastanza evidente segnano Bjarnason al 42′ e Finnbogason al 44′ nel secondo tempo poche emozioni.

Classifica Gruppo I :

Croazia e Islanda 7, Ucraina 5, Turchia 2, Finlandia e Kosovo 1

GRUPPO G

Israele-Liechtenstein 2-1

A Gerusalemme la nazionale di casa soffre ma centra la seconda vittoria in tre partite, partita che sembra già decisa nel primo tempo dalla doppietta di Hemed con due colpi di testa al 3′ e al 16′, ma il gran gol di Göppel al 49′ tiene il risultato in bilico fino al 90′.

Albania – Spagna 0-2

Molti cambi rispetto alla gara contro l’Italia per la Spagna che deve affrontare un’Albania che si schiera con 9 giocatori dietro la linea della palla ovviamente la partita si sblocca da un’errore personale lo commette il portiere Berisha che sbaglia il rinvio ed innesca l’azione che porta  al gol di Diego Costa al 55′ e con qualche spazio in più al 63′ segna il raddoppio Nolito appena entrato in campo al posto di Vitolo, certo che Lopetegui non è certamente sfortunato prima con l’Italia e poi con l’Albania deve ringraziare gli errori dei portieri avversari.

Solita polemiche dovuta alle scelte bizzarre di Piquet che si è tagliato la manica della maglietta dove c’era la bandiera della Spagna.

Macedonia – Italia 2-3 ( al 24′ Belotti, al 57′ Nestorowski, al 59′ Hasani, al 75′ e al 91′ Immobile )

Sembra fatto apposta chiunque entri nell’Italia risolve la partita e ci fa dire ma perché non sono partiti titolari, e’ capitato con la Spagna con Belotti ed Immobili e anche ieri sera con  Parolo e Sansone che hanno fatto meglio di Bonaventura e Bernadeschi, ma in realtà l’Italia ha fatto molta fatica sopratutto per la troppa distanza tra la difesa ed il centrocampo e per colpa anche di aver schierato Bernardeschi nel ruolo di mezzala evidentemente fuori ruolo ed un calo di concentrazione durato una decina di minuti, certo l’errore di Verratti e’ clamoroso ma per il resto della partita si è caricato il centrocampo sulle spalle, solita super partita di Candreva è grande partita di Immobile e Belotti.

Seconda partita risolta nel finale buon segnale per il futuro della nazionale azzurra.

Classifica Gruppo G:

Spagna e Italia 7, Albania e Israele  6, Macedonia e Liechtenstein 0

 

Ti piace questo articolo? Condividilo!