Radio Nettuno

Promozione – Il punto sul campionato a 40′ dalla fine

19 Marzo 2013

A 40’ dalla fine della prima fase, più gli ultimi recuperi post-neve, Vignola (girone C), se saprà fare percorso pieno, befferà in volata il Pgs Bellaria e lo stesso potrebbe capitare nel girone D a favore della Salus Bologna ai danni della Vis Ferrara. Nell’E, invece, lo Spem Ravenna dovrebbe riuscire a rimanere davanti al Basket’95 Imola.

GIRONE C

STEFY – ATLETICO 42 – 40
(8-6; 23-19; 28-28)
Stefy Trebbo: Ruggeri 7, Roso 5, Ricci 7, Brignocchi 2, Tinti 3, Ferdeghini 2, Bendini 6, Belvederi 2, Segradin 2. All. Munzio.
Atletico Borgo: Mondini 5, Benfenati 3, Sant 3, Cerri 5, Farneti 13, Veronesi 4, Poluzzi 2, Conti 3, Martelli 2. All. Cifiello.

ATLETICO – Nella battaglia del Trebbo, prevalgono in rimonta i padroni di casa. Dopo una prima frazione inguardabile (8 a 6), nel secondo periodo la Stefy manteneva il vantaggio grazie ad alcuni secondi tiri. Dopo la pausa, la truppa di Munzio tornava a balbettare in attacco, ma l’Atletico si accontentava d’impattare a quota 28. Sull’onda lunga, gli ospiti prendevano addirittura otto lunghezze di vantaggio (30-38 al 35’), ma le tante palle perse riportavano un’indomabile Stefy in partita che, in dirittura d’arrivo, metteva la testa avanti. Nell’ultima azione i biancorossi avevano addirittura tre possibilità per impattare o vincere, ma il ferro sputava le varie conclusioni e, così, Trebbo poteva festeggiare.

CSI SASSO – MASI 66 – 61
(14-20; 35-36; 51-44)
Csi Sasso Marconi: Cremonini 2, Grande 3, Bruni 14, Vinerba, Rillo 6, Tosarelli 7, Romano 4, Truppi 5, Bellodi 15, Giuliani 10. All. Borghesani.
Masi Casalecchio: Campazzi, Pasquali, Sechi 11, Stagnoli, Forni 12, Di Marzio 7, Cavana 6, Accorsi 17, Conti 8. All. Guidetti.

MASI – Prosegue la striscia positiva degli appenninici, anche se la Masi non ha mai mollato, anzi, i biancoverdi erano scattati meglio tanto che al 7’ raggiungevano il massimo vantaggio sull’8-16. Era l’entrata in campo del play Giuliani che cambiava faccia al match; sorpasso sul 21-20 e parzialone di 14 a 2 con Bellodi che firmava il 28-22. Accorsi rispondeva ed impattava a quota 28, poi, nella ripresa, Bellodi si scatenava e Sasso prendeva il vantaggio decisivo. La Masi rientrava a -5 al 35’, ma l’aggancio non avveniva mai.

ZOLA – RACOMEL 93 – 84
(23-23; 51-38; 74-57)
Zola Predosa: Galli 5, Aparo 12, Dawson 19, Bosi 7, Cevenini 9, Benassi, Masina 6, Lodi 16, Romagnoli 17, Migliori 2. All. Totta.
Giardini Margherita: Bariani 8, Gerney 27, Mallardo 10, Righi Grimaldi 16, Carafa 3, Priori 11, Di Simone 9. All. Nero.

PGS BELLARIA – ELLEPI 56 – 54

CTR – SPV 64 – 72
(12-14, 34-34, 52-55)
Serena’80: Botrugno 7, Di Pasquale 10, Manneschi, Picciolini 8, Poluzzi 4, Rizzardi 16, Rizzi 11, Samoggia 4, Tacconi 4. All. Amanti.
Vignola: Badiali 6, Pancaldi 14, Mariani 3, Sganzerla 11, Tonelli R. 3, Franchi 10, Degli Esposti 16, Zavatta, Bucciarelli 9, Malagodi. All. Baldi.

HD BOLOGNA BASKET 2011 – MONTE SAN PIETRO 19/3 (21,45)

CLASSIFICA
Pgs Bellaria, Vignola* 32; Masi Casalecchio 30; Atletico* 28; Stefy Trebbo, Zola 26; Monte San Pietro*, Csi Sasso Marconi 24; Elleppi, Montevenere* 18; HD Bologna BK** 2011 16; Serena ’80 12; Gardens 8.

GIRONE D

ICOS – ARGELATO 72 – 59
Vis Ferrara: Malaguti F. 9, Benetti 15, Ricci 9, Busacca 8, Malaguti G., Mennitti 17, Bolognesi 14, Rossi, Campi, Lodi. All. Cesaretti.
Argelato: Sebastio 1, Benassi 11, Rossi, Sarti 9, Fontanella 8, Gadani 13, Risi 2, Bonfiglio 2, Martelli 3, Trigari 10 All. Iattoni.

VIS FERRARA – L’Icos si aggiudica la penultima giornata di campionato vanificando, così, ogni possibile aggancio in classifica da parte di una delle sue dirette avversarie e cioè l’Argelato. Primi a 36 punti, in attesa dei risultati di giornata di Salus e Progresso Castel Maggiore, che avranno pure una giornata in più da recuperare in settimana, i ragazzi di coach Cesaretti vincono e convincono, ritornando al successo in quel PalaCus fino ad una settimana fa lasciato sconfitto per la prima volta in stagione. Partita sostanzialmente in equilibrio per tutta la durata dei 40’, prima di un paio di accelerazioni da parte della Vis che riuscirà a scavare un solco da cui gli ospiti non riusciranno più a vedere la luce. Unico neo l’infortunio di Lodi nei primi minuti di partita che lo vedrà fuori servizio per tutta la durata del match. Le sue condizioni saranno verificate in settimana. Dopo un primo tempo terminato all’insegna del più totale equilibrio (36-34), è nella ripresa che la Vis comincia a fare la voce grossa e già a metà del terzo periodo il vantaggio segna la doppia cifra (49-39 al 25’). Bravissima, però, Argelato a rimanere in partita e a chiudere il terzo quarto a contatto 52-46. La Vis non si scompone e continua a macinare gioco, Argelato arriverà a toccare il -5 a 4’ dalla fine (59-54), prima di un altro brusco strattone Vis che alzando le mura in difesa e con un paio di buone azioni in attacco farà volare i padroni di casa sul +11 a 2’ dal termine (65-54), lasciando scorrere in anticipo i titoli di coda. A nulla serviranno i disperati tentativi di mandare in lunetta i ferraresi, coach Iattoni e i suoi dovranno arrendersi sul punteggio finale di 72-59.

P.T.MEDOLLA – MOLINELLA 69 – 61
(21-22; 37-43; 52-53)
P.T.Medolla: Giannetti, Ceretti, Aldrovandi 2, Tralli 12, Galeotti F.16, Marchesini 4, Benatti n.e., Maini 10, Barbieri 22, Galeotti M. 3. All. Ganzerli.
Molinella: Vignudelli 9, Fusetti 4, Orioli 3, Ricci 22, Pazzaglia 2, Sourani 2, Lazzari 4, Tagliavini 2,Burnelli 3, Trippa 10; All. Baiocchi.

MEDOLLA – Ultima giornata di campionato per la P.T.Medolla e conclusione in bellezza con una bella vittoria contro il quotato Molinella. La gara, che seguiva la larghissima vittoriosa trasferta nel recupero contro il peperoncino e che aveva confermato l’ottimo momento di forma medollese, è stata essenzialmente equilibrata, con il Medolla che è riuscito a staccare gli avversari nello sprint finale. Solita partenza a uomo tra le due squadre e leggera preminenza iniziale del Medolla, poi il Molinella,assestatosi meglio in attacco comincia a prendere le redini dell’incontro e mantenere un certo qual vantaggio sin verso la fine del terzo quarto. Questa fase è stata caratterizzata da parecchie scelte tattiche dei due allenatori con difese pressing, a zona e miste, che in ogni caso hanno sempre messo in difficoltà gli avversari. All’inizio del quarto periodo, la difesa del Medolla si è fatta particolarmente stringente e pian piano i locali sono riusciti a sorpassare gli indomiti avversari staccandoli decisamente nel finale e portando a casa una preziosa vittoria; dove porteranno questi due punti ancora non si sa e bisognerà aspettare gli esiti di future partite dove il Medolla sarà solo spettatore.

FINALE – MADEL 37 – 61
(8-18; 17-28; 27-49)
Finale Emilia: Poletti, Bergamini F 3., Bergamini A. 7, Bianconi, Paltrinieri, Pirani 6, Golinelli 7, Govoni, Cristofori 14. All. Bregoli.
Salus Bologna: Bonetti 5, Sangiorgi 1, Teglia 8, Baldazzi, Bignami 3, Pellacani 4, Posani 6, Valenti 7, Cataldo 21, Caridi 6. All. Lanzi.

SALUS – Candelina numero dieci spenta da Lanzi e soci e testa del girone che viene ampiamente confermata, al termine di una gara che non poteva dare troppi dubbi agli ospiti, capaci di sopperire alle assenze forzate di Cilfone, vittima di un infortunio e che si rivedrà solo ad inizio post-season, e Lambertini, causa squalifica; riuscendo a superare agevolmente un’avversaria che sta affrontando decisamente un altro tipo di campionato. La gara si fa subito in discesa per la formazione felsinea che mette immediatamente la freccia e che dopo tre quarti può dire di essere riuscita ad archiviare la partita con largo anticipo, grazie ad un massimo vantaggio che tocca le 20 lunghezze. Da li in poi coach Lanzi mette in campo la panchina, cercando di dosare le forze in vista dell’impegnativo recupero infrasettimanale contro l’Happy Basket Castel Maggiore, cercando di dare ancor più spazio a Posani per consentirgli ritrovare il clima partita.

HAPPY BASKET – AUDAX 63 – 70
(14-21; 32-33; 42-55)
HB Castel Maggiore: Nanetti 6, Baraldi 11, Tosi 8, Grassi 9, Guizzardi 2, Franchi 4, Maini 13, Tugnoli 8, Bergami 2, Cerasi. All. Gatti.
Audax Ferrara: Cavallari 3, Giudici 9, Aprea 11, Bertazza 7, Persanti 4, Spettoli, Motelica 14, Fioresi 10, Lanzoni 6, Ferraresi 6. All. Mancin.

BIANCONERIBA – SPORT INSIEME 71 – 58

DIABLOS – PEPERONCINO 45 – 43

CLASSIFICA
Vis Ferrara, Salus* 36; Happy BK Castel Maggiore*, Argelato 32; Molinella* 26; Peperoncino Mascarino 24; Diablos Sant’Agata, Bianconeriba Baricella, Medolla 22; Sport Insieme 20; Audax Ferrara* 18; Finale 6; Mirandola 0.

GIRONE E

SABO SHOCK – CASSANI&COSTANZI 47 – 61
San Lazzaro: Lollini 2, Pancaldi 9, Sorghini 9, Pozzi, Giacometti 2, Fiolo 9, Paolucci, Montroni 6, Lanzoni 2, Ghelli 8. All. Lunati.
Basket’95 Imola: Fossi 23, Scala 15, Rubini 9, Selva 4, Tampieri, Morozzi 4, Zanotti 2, Franceschelli 2, Foronci 2, Pall. All. Dalmonte.

TITANS – SELENE 48 – 81

IMOLABUS – SPEM CRAL 45 – 58
Tatanka Imola: Bergamini 14, Crisà 6, La Ferla 12, Strada, Bonuccelli, Favilli 2, Baldazzi 11, Vigo. All. Caprara.
Ravenna: Bianchini 6, Basaglia 15, Montanari, Vistoli 2, Cirillo 15, Ruffatti 2, Morigi 3, Canali 2, Venturini 3, Beltrami 10. All. Milandri.

CURTI – JUNIOR RAVENNA 59 – 52
(12-13; 22-27; 47-39)
International Imola: Zanoni ne, Casadio C., Spoglianti 2, Marchi 4, Sorghi 4, Baruzzi 11, Casadio L. 16, Caprara A., Caprara J. 6, Scagliarini 16. All. Morozzi.
Junior Ravenna: Mele 2, Frigoli 13, Bellanti 13, Mazzotti 8, Minghetti ne, Rosà 4, Maraldi 2, Bagattoni, Zucchini 8, Montaguti 2. All. Casciello.

INTERNATIONAL – Continua la striscia positiva dell’ International, ma non offre sicuramente una partita all’altezza delle ultime prestazioni. Le due squadre si presentano entrambe con forti motivazioni, perché i padroni di casa cercano il quarto posto, mentre gli ospiti cercano una vittoria per poter giocare i play out. E sono sicuramente i ragazzi di Ravenna che hanno più birra e migliore atteggiamento in campo, ribaltando in fretta l’8 a 2 iniziale dell’International, per poi portarsi addirittura sul 25 a 16 di metà secondo quarto, con già 9 punti di Frigoli. Indubbiamente l’inserimento di questo ragazzo dà un’altra configurazione alla squadra, che trova giocate più distribuite. Gli imolesi sono fermi e non riescono a giocare contro la zona larghissima dei giovani ospiti, chiudendo sotto di cinque lunghezze all’intervallo lungo. Rientreranno però dagli spogliatoi con un’ altra faccia e con qualche idea in più, per ribaltare la partita con un terzo quarto da 25 a 12. Ma ancora una volta i ravennati non mollano arrivando al -2, soprattutto per merito delle penetrazioni di Zucchini, che porta i suoi al 52 a 54 a meno di due minuti dalla fine. Qui, però, l’International gestisce il finale con Casadio e Baruzzi, che siglano il 5 a 0 che chiude l’incontro.

CASTEL SAN PIETRO – BASKET F. 84 50 – 54

ISIS LUGO – GIALLONERO IMOLA 20/3 (21)

CLASSIFICA
Spem Ravenna* 34; Basket’95 Imola* 32; Giallonero Imola*, International Imola 30; Tatanka Imola 28; Selene Sant’Agata sul Santerno 26; San Lazzaro 2010 20; Titans Ozzano 18; Isis Lugo* 16; Castel San Pietro 8; Basket F.84 BO 4; Junior Ravenna 2.

Ti piace questo articolo? Condividilo!