Radio Nettuno

Pallamano – Primo sorriso stagionale per lo United

23 Settembre 2018
Pallamano – Primo sorriso stagionale per lo United

UNITED – MERANO 30 – 25 (15-15)
Bologna: Rossi, Leban, Tedesco, Garau 6, Nardo 1, Cimatti 4, Kovacevic 6, Riccardi 2, Savini 5, Bonassi, Racalbuto 1, Zaltron, Santolero 1, Martini 3, Norfo, Pasini 1. All. Tedesco
Merano: Martinati, Raffl, Gufler 2, Rottensteiner 1, Starcevic 10, Lau. Stricker, Luk Stricker 7, Trojen, Brantsch 3, Campestrini 1, Prantner, Dr. Glisic, Du. Glisic, A. Stricker. All. Blaas

Il Bologna United cancella un avvio di stagione complicato e coglie una grande vittoria interna contro i “diavoli neri” dell’Alperia Merano.
Al “Pala Savena”, nel secondo turno interno consecutivo, coach Beppe Tedesco opta per uno “starting seven” composto da Michele Rossi fra i pali, Giacomo Savini, Radoje Kovacevic (con cambio attacco-difesa con Martini) e Nicola Riccardi sugli esterni, Matteo Tedesco e Giulio Nardo in ala e Giacomo Santolero a completare in pivot.
L’avvio di gara vede una Bologna pimpante messa immediatamente a distanza da un Merano concreto che piazza un primo parziale di 0-2. La prima rete rossoblù è di Radoje Kovacevic che, dopo una gara d’esordio (sette giorni fa) piuttosto complicato di regalerà una serata da protagonista assoluto. Merano guida la gara con perentorietà beneficiando della regia illuminata di Lukas Stricker e del braccio caldo della stella Ratko Starcevic. Sempre in vantaggio di almeno due reti, i “black devils” si vedono rimontati proprio a fil di sirena dalla rete di Martini che fissa il punteggio, al riposo, sul 15-15. In grandissima evidenza i due centrali, nella prima frazione di gioco, con Lukas Stricker e Giacomo Savini a prendersi gran parte della scena, assieme ad un Ratko Starvevic da 8/10 al tiro. Bene la difesa di Bologna negli ultimi 10 minuti con solamente sue reti incassate. Nella ripresa ci si attende una gara da vivere sul binario dell’equilibrio ed invece Bologna alza i ritmi in difesa, diventa cinica in attacco e, beneficiando dell’apporto realizzativo di capitan Garau, Gianmaria Racalbuto, Giulio Nardo, Luca Cimatti e Giacomo Santolero, prende il largo toccando anche un massimo vantaggio di +7 sul 28-21. E’ il break che decide la gara: Bologna chiude sul 30-25 e festeggia una vittoria fondamentale per scacciare i fantasmi e smuovere finalmente la classifica dopo le prime due partite senza punti.
Per i rossoblù ora complicata trasferta in casa di una Triste in grandissima salute e reduce da due vittorie consecutive, contro Fasano ed in casa del Cologne.

Ti piace questo articolo? Condividilo!