Radio Nettuno

Pallamano – Il Bologna United è corsaro e si conferma in vetta

16 Ottobre 2017
Pallamano – Il Bologna United è corsaro e si conferma in vetta

ROMAGNA – BOLOGNA UNITED 21-36 (p.t. 11-14)
Romagna: Folli F. 3, Minnoccheri 4, Sami, Tassinari 7, Dal Fiume, Golini, La Posta, Martelli, Alpi, Bosi, Chiarini 3, Filipponi 1, Malavolti, Rostaru 3. All: Domenico Tassinari
Bologna United: Santolero, Bonassi 3, Tedesco 4, Cimatti 2, Gherardi 5, Savini 2, Nardo 4, Pedretti 5, Leban, Rossi, Bosnjak 4, Racalbuto 3, Argentin 1, Garau 3. All: Giuseppe Tedesco
Arbitri: Corioni – Falvo

Il Bologna United vince il sentito derby della “via Emilia”, con il rotondo punteggio di 21-36, attestandosi in vetta solitaria alla classifica del girone B della massima serie pallamanistica italiana.
Per l’avvio della gara coach Beppe Tedesco sceglie Michele Rossi fra i pali, Giacomo Savini, Tomislav Bosnjak e Simone Gherardi sugli esterni, Giulio Nardo e Matteo Tedesco in ala e Luca Argentin in posizione di pivot.
Il primo tempo vede un avvio equilibrato, ed in parte bloccato, con il Romagna abile ad allungare sul 3-1 dopo i primi possessi del match. La frenesia dei felsinei è la caratteristica principale di una compagine che, in avvio, spreca molto e forza le conclusioni alla ricerca spasmodica della rete. Si prosegue in equilibrio sino al 7-7 dove, complice l’ingresso in campo di un grande Alessandro Leban e le giocate individuali di Bosnjak e Gherardi, il Bologna riesce a passare in vantaggio per poi condurre la prima frazione sino al proprio epilogo col punteggio di 11-14.
Un intervallo di chiarimenti ed una ritrovata serenità consentono a Bologna di rendersi protagonista di una ripresa semplicemente spettacolare. La squadra gioca, segna, difende duro e si diverte. Le rotazioni di coach Tedesco funzionano ed il malcapitato Romagna perde progressivamente contatto sotto la pioggia di reti (22), alcune decisamente spettacolari, tra le quali meritano menzione le marcature di Nardo, Tedesco, Racalbuto e Savini, che si abbatte nella ripresa scuotendo ripetutamente la vituperata porta romagnola. La seconda fase rossoblù risulta semplicemente inarrestabile ed in più di un’occasione va in scena una vera e propria saga della generosità con tutti i giocatori preoccupati di fare segnare i compagni di squadra e restituire precedenti assistenze.
Dopo una ripresa dominata in lungo ed in largo, alla sirena, sul punteggio di 21-36, Bologna esce fra gli applausi del “Pala Cavina” con un primato in classifica solitario festeggiato al centro del campo. L’United ora, in questo strano calendario, osserverà un altro turno di sosta potendo guardare da privilegiato spettatore una giornata ricca di scontri diretti.

Ti piace questo articolo? Condividilo!