Radio Nettuno

Nuoto, quinto posto per la Pellegrini nei 100 stile libero, raggiungono la finale Silvia Di Pietro e Luca Dotto

9 Dicembre 2016
Nuoto, quinto posto per la Pellegrini nei 100 stile libero, raggiungono la finale Silvia Di Pietro e Luca Dotto

Nella finale dei  100 stile libero femminili, Federica Pellegrini arriva al quinto posto con il tempo di 52″43, la campionessa azzurra non è riuscita a partire forte nei primi 50 metri e non è riuscita a recuperare il distacco nella seconda parte di gara anche pe colpa delle due ultime due uscite di virate troppo frettoloso che le hanno fatto perdere il ritmo, però tutto sommato una buona prova per la Pellegrini alla prima finale sui 100 metri a livello internazionale che fa ben sperare per il futuro.

Il successo iridato e’ andato all’Australiana  Brittany Elmslie in 51″81 davanti all’olandese Ranomi Kromowidjojo (51″92) ed alla padrona di casa, campionessa olimpica di Rio de Janeiro, Penny Oleksiak (52″01).

Un grande Luca Dotto conquista la finale dei 50 stile libero, il velocista azzurro arriva secondo nella sua semifinale in 21″29, molto vicino al proprio personale di 21″25, alle spalle del velocissimo Vladimir Morozov che vince in 21″05, miglior crono dei semifinalisti, per Luca Dotto che domani partirà con il terzo tempo e con la concreta possibilità di lottare per una medaglia, grande risultato ma sicuramente dovrà scendere al di sotto del suo record personale.

Nei 50 delfino femminili Silvia Di Pietro realizza una grande impresa vincendo  la prima semifinale in 25″50, terzo tempo assoluto, fa capire di esserci per la finale di domani dove potra’ lottare per una medaglia, Silvia può sicuramente migliorare il tempo delle semifinali perché la partenza non è stata perfetta.

Miglior tempo per la statunitense Kelsi Worrell in 25″19, davanti a  Jeanette Ottesen in 25″29.

Nell’ultima gara di giornata l’Italia della della 4×50 stile libero mista  viene squalifica per il cambio troppo anticipato tra Silvia Di Pietro e Luca Dotto (-0.11) peccato perché sarebbe arrivata un’altra medaglia. L’oro è andato agli Usa, dunque, davanti al Brasile ed al Giappone.

LE ALTRE GARE:

Marco Koch si conferma il re della rana e dopo avere vinto il titolo nei 100 metri si conferma il più forte anche sulla doppia distanza in 2’01″21 (nuovo record dei campionati) argento per il  britannico Andrew WIllis (2’02″71) e bronzo per il russo Mikhail Dorinov (2’03″09).

Katinka Hosszu vince i 200 dorso, ed arriva a vincere per ora 4 medaglie d’oro, con il tempo di 2’00″79, medaglia d’argento per  l’ucraina Daryna Zevina in 2’02″24 medaglia di bronzo per l’Australiana Emily Seebohm in 2’02″65.

Chad Le Clos ha stabilito il nuovo primato del mondo dei 100 farfalla vincendo la medaglia d’oro, fermando il cronometro sul 48″08, frantumando il suo primato precedente stabilito nel 2014 in 48″44, sfiorando di abbattere il muro dei 47″, medaglia d’argento per il primatista americano Tom Shield  in 49″04 e bronzo per l’australiano David Morgan in 49″31.

Leah Smith vince come da pronostico la finale degli 800 stile libero femminile in 8’10″17 battendo dopo una bella battaglia la connazionale Ashley Twichell 8’11″95  e medaglia di bronzo per l’australiana Klah Melverton in 8’16″51.

 

Ti piace questo articolo? Condividilo!