Nove. Mancano nove giorni alla fine del calciomercato invernale del 2020 e il Bologna è alla ricerca di un’ultima “integrazione” per rinforzare la squadra.

Continuano gli uomini mercato rossoblu, Sabatini e Bigon, a sondare diverse piste che possono portare a svariati difensori. Sembra proprio che sia quello il ruolo che Sinisa Mihajlovic vorrebbe per andare a completare un mercato di riparazione che ha già visto l’arrivo di Nico Dominguez e Musa Barrow.

Difensore, sì. Ma in che ruolo? A quanto ci risulta la priorità rimane sempre quella del centrale per andare ad affiancare Danilo e formare una cerniera davanti al portiere che possa evitare alcuni gol presi dalla squadra.

Ecco perché è stato proposto al Bologna il centrale austriaco, con origini serbe, Aleksander Dragovic che sta giocando nel Bayer Leverkusen. Classe 1991 e con già una discreta carriera tra Basilea, Dinamo Kiev, Leicester, Austria Vienna. Un palmares ricco con 2 campionati di Ucraina e 4 campionati di Svizzera già vinti, capace di ricoprire la zona centrosinistra della difesa e dotato di ottimi tempi difensivi. Al momento, la società non ha ancora affondato il colpo restando in attesa di valutare altri profili.

Altri giocatori come Bonifazi o come Juan Jesus.

Il difensore del Torino sembra orientato ad andare a Ferrara, a vestire la maglia della Spal. Squadra e città che conosce bene essendoci già stato e avendo già giocato per due campionati.

Juan Jesus, invece, ha un problema legato all’ingaggio molto oneroso e che il Bologna non sembra disposto a voler pagare. Sono giudicati troppi gli oltre 2 milioni di euro che il difensore brasiliano percepisce ora alla Roma.

In uscita, sempre a proposito di difensori, è stata momentaneamente bloccata la partenza di Paz che sembrava prossimo al rientro in Argentina. L’emergenza difensiva che ha colpito i rossoblù “costringe” la società a trattenere il difensore sudamericano, in attesa di un rinforzo e del rientro di qualche infortunato.

Juan jesus

Foto: Calciomercato.com