Radio Nettuno

Montano segna la via e la Fortitudo supera Roseto

8 Dicembre 2016
Montano segna la via e la Fortitudo supera Roseto

KONTATTO – ROSETO 76 – 70
(23-22; 38-34; 57-47)
Fortitudo: Campogrande 6, Italiano 5, Candi 5, Costanzelli ne, Ruzzier 4, Montanari ne, Nikolic 4, Montano 23, Knox 11, Raucci 3, Gandini, Mancinelli 15. All. Boniciolli.
Roseto Sharks: Fultz 12, Smith 22, Mei 5, Fattori 2, Mariani ne, Radonjic, Casagrande 7, Amoroso 2, Paci 1, Sherrod 19. All. Di Paolantonio.

Torna a sorridere la Fortitudo al termine di un match preso in mano nel secondo quarto e mai mollato, anche se Roseto non s’è mai arresa. Determinante la prestazione difensiva della Kontatto che ha limitato Smith, il top scorer del campionato, ma, bisogna assolutamente evidenziare la prestazione offensiva di Montano, che è stata una spina costante nel fianco degli abruzzesi.
La cronaca: Roseto optava subito per la zona (un “must” per buona parte della gara) e riusciva a prendere qualche lunghezza di vantaggio (12-17 all’8’). Erano due triple di Campogrande, però, a girare la partita anche se gli ospiti, a parte il 30-24 del 13’, rimanevano costantemente in scia fino all’intervallo. Nella ripresa, dopo l’ultimo vantaggio esterno (38-39), la Fortitudo cominciava a venire fuori e le triple di Montano e Mancinelli erano letali (54-47 al 28’). La stessa coppia siglava il 61-47 del 31’ che sembrava chiudere la contesa. Sembrava, appunto, perché gli Sharks rientravano a -8 sul 68-60 al 36’ e a -6, sul 72-66, paniere irreale di Smith, a novantasei secondi dalla sirena. Il canestro della staffa, a -52”, lo siglava Knox, in una serata nella quale non è stato appariscente, rispondendo presente al momento del bisogno.
s.m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!