Radio Nettuno

La Segafredo torna a sorridere, liquidata Udine (80-57)

19 Febbraio 2017
La Segafredo torna a sorridere, liquidata Udine (80-57)

SEGAFREDO – A.P.U. 80 – 57
(23-15; 44-25; 62-36)
Virtus: Spissu 10, Umeh 21, Spizzichini 11, Petrovic 1, Rosselli 12, Michelori 10, Oxilia 4, Penna 3, Bruttini 8, Gianninoni ne, Carella ne. All. Ramagli.
Udine: Diop 8, Gatto, Okoye 13, Nobile 6, Mastrangelo 7, Traini 3, Pinton 3, Ferrari 5, Vanuzzo, Fall 12, Chiti. All. Lardo.

Tutto fin troppo facile per le Vu nere che hanno sconfitto nettamente Udine. Come sempre è difficile capire dove finiscano i meriti dei vincitori ed inizino i demeriti degli sconfitti, ma alcuni dati vanno segnalati come, per esempio, i cinque giocatori in doppia cifra ed un Bruttini che è sembrato più inserito dentro al meccanismo di coach Ramagli. Gli ospiti, senza l’ex Allan Ray, sono sembrati poca cosa edh anno rischiato la figuraccia.
La cronaca: subito 6-0 dopo novanta secondi con Lardo che chiamava time out e passava a zona 3-2. Con l’entrata in campo di Nobile, autore di due triple consecutive, i friulani impattavano a quota 15 all’8’, ma era un fuoco fatuo perché la Segafredo rispondeva con un parziale di 8 a 0 che chiudeva il primo quarto e, poi, accelerava ancora con un Michelori in grande spolvero (34-18 al 16’). L’onda lunga proseguiva fino al 58-27 del 25’ con gloria per tutti. Poi, iniziava un lunghissimo garbage time, con Okeye che teneva sveglia la platea con un paio di clamorose schiacciate, ma con lo scarto che scendeva mai sotto le venti lunghezze. Nel finale spazio per tutti e punteggio finale che si fissava sull’80-57.

s.m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!