Radio Nettuno

La Segafredo sgretola anche Mantova e si conferma in testa

16 Ottobre 2016
La Segafredo sgretola anche Mantova e si conferma in testa

SEGAFREDO – MANTOVA 92 – 64

(29-17; 50-32; 72-55)

Virtus: Spissu 6, Umeh 19, Pajola 4, Spizzichini 5, Petrovic ne, Ndoja 10, Rosselli 15, Michelori 2, Oxilia 2, Penna 4, Lawson 25. All. Ramagli.

Mantova: Daniels 16, Giachetti 11, Timperi, Candussi 2, Casella 9, Amici 1, Corbett 12, Magni ne, Gergati 7, Bryan 6, Morello ne, Rinaldi ne. All. Martelossi.

Tutto più facile di ogni più ottimistica previsione. La Segafredo domina Mantova e rimane in vetta alla classifica assieme alla sorprendente Jesi. I bianconeri hanno condotto dall’inizio alla fine e gli ospiti, più o meno, hanno fatto la stessa fine dell’Andrea Costa della settimana scorsa.

L’avvio è esemplificativo: tre palle recuperate sui primi attacchi mantovani e parziale di 10-2 al 4’. Umeh era un rebus per la difesa di Martelossi, Rosselli strappava applause e Lawson, pian piano, prendeva la scena. Il vantaggio rimaneva attorno alla doppia cifra e con uno sprazzo di Ndoja si arrivava al 38-23 del 14’. All’intervallo il punteggio era di 50-32 con 30 punti, equamente divisi, dei due americani delle V nere.

Nella ripresa la Segafredo allungava ancora, poi Mantova aveva una reazione, ma senza mai far soffrire i bianconeri che galleggiavano tra I quattordici ed i venti punti. Gli ultimi cinque minuti abbondanti servivano soltanto agli allenatori per fare test in vista del proseguio del campionato.

Ti piace questo articolo? Condividilo!