Radio Nettuno

La Kontatto perde, a testa alta, il big-match di Trieste

5 Febbraio 2017
La Kontatto perde, a testa alta, il big-match di Trieste

ALMA – KONTATTO 69 – 64
(20-22; 33-31; 55-47)
Trieste: Parks 12, Bossi 4, Coronica, Green 14, Pecile 15, Schina ne, Ferraro ne, Baldasso 7, De Angeli ne, Simioni, Da Ros 14, Cittadini 3. All. Dalmasson.
Fortitudo: Marchetti ne, Mancinelli 7, Candi 7, Legion 13, Ruzzier 9, Montanari ne, Montano 6, Costanzelli ne, Gandini, Raucci 3, Knox 15, Italiano 4. All. Boniciolli.

Il big-match della giornata se lo aggiudica, con merito, Trieste al termine di una gara durissima che ha visto i giuliani quasi sempre avanti nel punteggio, ma con la Fortitudo che ha avuto il pregio di non arrendersi mai sbagliando, però, le triple che l’avrebbero portata in parità a meno di trenta secondi dalla fine. In una serata nella quale le due squadre hanno tirato a salve dalla lunga distanza, la differenza l’hanno fatta, in primis, le palle perse: troppe, 18, quelle dei bolognesi.
La cronaca: splendidi i primi dieci minuti con continui botta e risposta tra le due squadre; vantaggi mai superiori ad un possesso e qualità offensive del gioco altissima. La prima sirena, però, interrompeva l’incantesimo e, da quel momento, erano soprattutto le difese a comandare. Il primo tentative di allungo era della Kontatto (27-31, gioco da tre punti di Knox), ma il successive parziale di 6 a 0 permetteva a Trieste di andare al riposo in vantaggio. Ripresa ed i padroni di casa prendevano in mano la partita: tutti, in attacco, davano il loro contributo ed il solco, pian piano, si allargava, fino al 54-43, bomba di Da Ros. La Fortitudo aveva il merito di non disunirsi e, con due giocate in penetrazione di Legion, rientrava a -2 (59-57) con duecento secondi sul cronometro. Lo stesso americano, però, perdeva palla e, sul 63-57, ancora tripla di Da Ros, sembrava finita. Errore, Candi dipingeva un 2+1 per il 65-62, la difesa reggeva l’assalto giuliano, ma il possesso più importante veniva sprecato, con due errori dai 6,75, prima da Knox e poi da Ruzzier. Fallo su Baldasso, 2/2, poi ancora una persa di Legion con annesso antisportivo che chiudeva, virtualmente, il match.
s.m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!