Radio Nettuno

La Fortitudo lotta, ma a Roseto salva solo la differenza canestri

25 Marzo 2017
La Fortitudo lotta, ma a Roseto salva solo la differenza canestri

SHARKS – KONTATTO 71 – 68
(24-27; 37-41; 57-54)
Roseto: Fultz 9, Piazza, Radonjic, Amoroso 8, Smith 24, Mei 12, D’Emilio, Mariani, Fattori 2, Casagrande 8, Cantarini, Sherrod 8. All. Di Paolantonio.
Fortitudo: Ruzzier 3, Montano, Legion 24, Candi 6, Italiano 3, Campogrande 5, Knox 10, Costanzelli, Gandini 5, Mancinelli 7, Marchetti, Montanari, Raucci 5. All. Boniciolli.

Nell’anticipo del sabato, Roseto sconfigge la Fortitudo e vince, a sorpresa, in difesa, con i felsinei che, a parte Legion, non hanno mai trovato continuità in attacco, soprattutto nel secondo tempo. Sorprendenti i 9 minuti concessi ad Italiano e i 10 minuti, senza tiri dal campo, di Montano.
La cronaca: Smith iniziava alla grande dopo l’iniziale tripla di Raucci (10-3), ma l’attacco della Kontatto cresceva col passare dei minuti (15-14 al 5’) ed arrivava il sorpasso con un Legion stellare (18-19, 4/4 al tiro). Dopo un gioco da tre punti di Knox, ecco il canestro di Gandini del 22-27, ma era ancora Legion, nella prima parte della seconda frazione, a trascinare di peso i compagni sul +10 (28-38 al 15’). Roseto, però, non stava a guardare: controbreak di 9 a 0, prima del missile di Ruzzier sulla sirena. Buon inizio di ripresa della Fortitudo (43-48 al 22’), poi, iniziavano i problemi in attacco. Mei metteva la freccia con la sua terza tripla (50-48), poi abruzzesi a +6 sul 56-50 al 27’. Legion, non era più un fattore, ma la difesa reggeva anche perché la staffetta su Smith soffocava fisicamente la forte guardia rosetana. 61-60 a 6’ dalla fine, poi 63-63 (bombazo di Gandini) a -3’. La partita la spaccava Fultz con una conclusione dai 6,75 (69-65). Smith era glaciale dalla lunetta a -1’33 (71-65), mentre Ruzzier faceva 0/2 dodici secondi più tardi. La Kontatto non ci credeva più e giocava l’ultima azione, fino quasi allo scadere del tempo, soltanto per difendere il +6 dell’andata. Déjà vu di Legion, tripla e finale, quindi, di 71-68.
s.m.

Foto – Valentino Orsini da pagina Facebook Fortitudo Pallacanestro Bologna 103

Ti piace questo articolo? Condividilo!