Radio Nettuno

La Consultinvest inizia bene il girone di ritorno: Udine è ancora ko!

13 Gennaio 2018
La Consultinvest inizia bene il girone di ritorno: Udine è ancora ko!

CONSULTINVEST – GSA 76 – 67
(18-19; 29-31; 52-53)
Fortitudo: Rosselli 8, Legion 19, Gandini 3, McCamey 13, Italiano 10, Montanari ne, Amici, Chillo 7, Fultz 11, Pini 4, Mancinelli 1, Boniciolli P. ne. All. Boniciolli M.
Udine: Nobile 22, Benevelli 16, Diop, Raspino 5, La Torre 2, Ferrari, Chiti ne, Pinton ne, Pellegrino 5, Dykes 17, Mortellaro. All. Lardo.

Un parziale di 21-2 tra il 27’ ed il 33’ (da 41-51 a 62-53) ha deciso l’accesa sfida del “PalaDozza”. La Fortitudo ha sconfitto Udine dopo una gara spesso vissuta all’inseguimento, con i primi due quarti dove solo Fultz e Legion si sono fatti notare; nella ripresa, invece, tutto il collettivo biancoblù è cresciuto, a cominciare da McCamey, messo in panchina per buona parte dei primi venti minuti.
Si partiva con Cinciarini da una parte e Veidman dall’altra, in tribuna. Udine che, aveva in panchina Pinton per onor di firma, dava il pallino del gioco in mano a Nobile che non tradiva le attese. Cinque punti consecutivi di Benevelli, valevano il 10-15, poi pareggio Consultinvest a quota 17 e sorpasso sul 28-25 grazie ad un poker di Legion. Nella ripresa, break di 0-11 (35-35, 35-46) con le triple di Benevelli (2) e Nobile, oltre all’1vs1 di Dykes. Al 27’ il tabellone segnava 41-51 e da lì, iniziava un’altra partita. La scintilla la faceva scoccare Italiano con una conclusione da oltre l’arco. I friulani riuscivano a chiudere in vantaggio il quarto (52-53), ma la frazione conclusiva iniziava con un 10 a 0, con McCamey che rispondeva, finalmente, presente. Lardo usava o forse abusava della zona. A tre minuti dalla fine, sul 68-62, quinto fallo per Dykes (tanto bravo nei primi due periodi, quanto disastroso nella ripresa), ma gli ospiti pescavano un paio di jolly con Nobile (72-67 ad un minuto dalla fine). I liberi della sicurezza li realizzava McCamey, a 47” dalla fine (74-67). Poi, il Boniciolli-show…

Foto – Fabio Pozzati

Ti piace questo articolo? Condividilo!