Radio Nettuno

Judo – Il Dojo Equipe sfortunato agli Italiani di Trento

28 Settembre 2015
Judo – Il Dojo Equipe sfortunato agli Italiani di Trento

La città di Trento ha ospitato quest’anno la finale del Campionato Italiano Assoluto a Squadre di Judo Olimpico. Scenario della manifestazione la splendida struttura del Pala-Trento. La gara, suddivisa in due giorni, ha visto impegnati il Sabato impegnata la classe Senior mentre la Domenica è stata riservata alla classe Cadetti. Quasi un centinaio le squadre presenti, sessanta il sabato e quaranta la domenica, suddivise in due gironi, uno di A2 ed uno finale di A1 a cui potevano accedere le finaliste dell’anno precedente e le vincitrici del torneo di A2.

Il Dojo Equipe era presente con la sola squadra femminile, dopo che ha dovuto rinunciare al torneo di A1 con la squadra maschile, a causa di troppe defezioni per infortuni.

Anche la squadra femminile è stata protagonista di una sfortunata partecipazione a questa edizione dei campionati italiani, avendo perso due atlete nel giro di poche ore precedenti la gara. Una squadra falcidiata da infortuni e defezioni dell’ultimo minuto e ridotta a soli quattro elementi su cinque disponibili. Alessia Grazia, Giorgia Dalla Corte, Samanta Fiandino e Stephanie Cardone hanno combattuto al meglio delle loro possibilità ma sono state fermate dalla squadra dell’Accademia Torino negli ottavi di finale della seria A2. Una sconfitta di misura, figlia anche del fatto che sul due pari l’ultimo combattimento è andato alla squadra piemontese per la mancanza del peso massimo del Dojo. La sconfitta non deve però mettere in secondo piano il fatto che le ragazze hanno combattuto ad armi pari, in tutti gli incontri disputati, passando sempre in vantaggio anche negli incontri che sono stati persi per rimonta. Un onorevole nono posto finale in A2 che però lascia molto amaro in bocca, perché con la squadra al completo la sensazione è che le cose sarebbero potute andare diversamente, anche in virtù del bel risultato ottenuto nel torneo internazionale a squadre di Cogoleto.

È andata meglio a Vitalj Ursu, l’atleta moldavo del Dojo Equipe che ha partecipato alla finale come prestito alla Fitness Nuova Florida di Roma, conquistando il bronzo nella serie A2. In concomitanza con il buon risultato è arrivata anche la sua convocazione da parte della nazionale Moldava per partecipare al Torneo di Parigi, gara di world cup top level, equivalente ad un “Grande Slam”.

Presente nella gara di domenica anche Demis Portelli, il cadetto del Dojo Equipe che in prestito al CUS Parma, contribuisce al 9° posto della squadra emiliana in A2.

Ti piace questo articolo? Condividilo!