Radio Nettuno

Italian Sporting Games, un successo senza precedenti

17 Settembre 2017
Italian Sporting Games, un successo senza precedenti

La bella giornata di sole e la temperatura mite ha sicuramente aiutato. Ma il successo ottenuto dall’unione di “Bologna Sport Day & Italian Sporting Games” giunte alla 5^ edizione ai Giardini Margherita, è stato davvero straordinario. Migliaia le persone che fin dalle 10 mattino sono state presenti al momento del taglio del nastro da parte dell’assessore allo sport Matteo Lepore, del delegato del CONI Point di Bologna Stefano Galetti, del presidente del COL “Verso i Giochi Sportivi non Olimpici” Mauro Fizzoni, del presidente della Consulta dello sport Davide Grilli e dei rappresentanti di AICS e CSI, enti di promozione che hanno fattivamente collaborato alla giornata.
Contemporaneamente è partita la “staffetta della solidarietà” che ha caratterizzato gli ultimi anni. Centinaia di persone hanno realizzato 42 giri del percorso interno ai Giardini con ogni modalità, dalla corsa al passeggio, dando modo agli sponsor Emil Banca e Lavoropiù di devolvere 500 euro ad AGEOP e Avis, sponsor etici della giornata assieme a Giovani nel tempo, ADMO e 118. Proprio nello stand del 118 si è tenuta la presentazione di “Bologna Cardioprotetta, insieme si può”, iniziativa che vuole garantire in tutte le realtà sportive della città la presenza di un defibrillatore per diminuire il più possibile le problematiche cardiache. Vi hanno partecipato, oltre all’assessore Lepore, il vice sindaco Marilena Pillati e Maurizio Liberti del 118.
Da quel momento il via alle 100 iniziative sportive realizzate dal oltre 70 tra federazioni, enti e associazioni sportive per oltre 50 discipline.
Otto le postazione lungo tutti i Giardini Margherita, con quella centrale di piazzale Jacchia che nel pomeriggio ha raggiunto una tale partecipazione da rendere difficoltoso il passaggio delle migliaia di intervenuti.
In tanti attirati dalla presenza della splendida Lamborghini portata dalla CEA accanto alla pista di go kart presa d’assalto dai bimbi.
In tanti anche a provare il simulatore della pesca o le bombole per le immersioni. Piene anche le postazioni del pattinaggio corsa, scherma e scherma storica, così come il basket (ottimo il 6 su 10 dell’assessore Lepore al tiro messo a confronto con la nazionale over 40 neo campione del mondo) e minibasket, il volley e minivolley, così pure il Sitting Volley e il Tiro con l’Arco. Nel pomeriggio pratone completamente pieno per il calcio, ultimate frisbee, football americano, cricket e rugby.
Nella postazione numero “cinque” c’è stata moltissima presenza per le arti marziali, pallamano, circuito multisport e tchoukball. Lungo viale Bottonelli nella postazione “sei” la presenza delle bocce (specialità Petanque), dei 20 metri cronometrati per l’atletica leggera ma pure subbuteo, dama, tennistavolo, arti orientali, fitness, ginnastica artistica e ritmica e le cheerLeaders.
Al termine della staffetta benefica è iniziata quella organizzata da Passo Capponi, che anche quest’anno avrà un testimone particolare, un porro od ortaggi similari ed è per questo che è stata definitiva “La staffetta del porro”. I premi alle staffette più originali sono stati offerti dalle aziende del mercato contadino di Castelmaggiore a cura dell’associazione “Orizzonti di pianura”.
Siamo stati felicissimi di questa edizione – hanno commentato il delegato del CONI Point di Bologna Stefano Galetti e Mauro Fizzoni degli Italian Sporting Games – per una presenza massiccia di persone, molte di più di quante ci saremmo potute aspettare. Il tempo ci ha sicuramente aiutato ma di questo successo dobbiamo ringraziare le tante federazioni, enti e associazioni che hanno dato la loro disponibilità alla partecipazione. Lo stesso assessore Lepore è stato felice di questa buona riuscita e, insieme, abbiamo già gettato le basi per una prossima edizione che possa dare sempre più risalto al mondo sportivo bolognese”.

Ti piace questo articolo? Condividilo!