Radio Nettuno

Giro D’Italia 2017, Nairo Quintana stacca tutti e conquista la maglia rosa

14 Maggio 2017
Giro D’Italia 2017,  Nairo Quintana stacca tutti e conquista la maglia rosa

Nairo Quintana era attesa la sua vittoria ed arriva puntuale, il colombiano ha fatto lavorare la squadra sin dalle prime fasi della nona tappa, con arrivo sul Blockhaus, con la chiara intenzione di andare a vincere, poi sulle rampe più dure, scatta per quattro volte consecutive e stacca Pinot, Nibali e Domoulin e conquista  la Maglia Rosa di leader della classifica generale, mandando un chiaro segnale in vista della lunga battaglia verso Milano.

Non appena inizia la salita decisiva il Giro d’Italia è stato scosso da un clamoroso colpo di scena: una moto delle forze dell’ordine ferma a bordo strada ha provocato una caduta a catena che ha coinvolto gran parte del Team Sky, con Geraint Thomas e Mikel Landa che sono finiti a terra, con il gallese che ha perso molto tempo ma è ripartito con un buon ritmo, mentre Landa ha fatto più fatica a ripartire, cade anche Adam Yates (Orica-Scott), che però è rientrato presto sulla coda del gruppo di testa.

Il ritmo della Movistar aumenta e crea selezione, Yates si è staccato prestissimo, e poco dopo, ancora a 9 km dal traguardo, ha mollato la Maglia Rosa Bob Jungels mentre a 7,5 chilometri dalla conclusione si sono staccati Zakarin (Katusha-Alpecin) e Davide Formolo (Cannondale-Drapac), mentre Thomas è riuscito a stabilizzare il divario dalla testa della corsa sui 2’45”.

A 7 chilometri dal traguardo Quintana incomincia i suoi scatti per staccare tutti, ma Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) ha risposto prontamente in progressione, riportandosi sul colombiano con le braccia appoggiate sul manubrio in posizione da cronometro, rimane con i due corridori anche un’altro dei grandi favoriti per la maglia rosa Thibaut Pinot (Fdj), in soli 2 Km Quintana scatta per quattro volte e all’ultimo tentativo fiacca la resistenza di Nibali e Pinot, seguono a 20″ un grande Tom Dumoulin (Sunweb), assieme a Domenico Pozzovivo (AG2R) e Bauke Mollema (Trek-Segafredo).

Pinot a 3,5 chilometri dall’arrivo è riuscito a liberarsi di Nibali, che probabilmente paga molto  lo sforzo ed è stato ripreso e superato da Dumoulin e Mollema, che non hanno mai risposto ad eventuali attacchi procedendo sempre con lo stesso ritmo, a  2 chilometri e 700 metri hanno ripreso anche Pinot, provando a limitare i danni da un Quintana letteralmente scatenato procedendo sempre in maniera costante.

Nairo Quintana ha terminato il suo sforzo in 3 ore, 44 minuti e 51 secondi, provando a guadagnare terreno fino in fondo, ottimo risultato per Pinot e Dumoulin, il corridore Olandese martedì proverà ad indossare la maglia rosa sfruttando la cronometro di 40 km dove può staccare tutti di oltre 1 minuto, mentre Vincenzo Nibali arriva quinto staccato di 1′ da Quintana.

ORDINE D’ARRIVO — 1.Nairo QUINTANA (Col, Movistar) 149 km in 3h44’51”, media 40.560 km/h; 2. Pinot (Fra) a 24″; 3. Dumoulin (Ola) s.t.; 4. Mollema (Ola) a 41″; 5. Nibali a 1′; 6. Pozzovivo a 1’18”; 7. Kangert (Est) a 2’02”; 8. Zakarin (Rus) a 2’14”; 9. Reichenbach (Svi) 2’28”; 10. Formolo 2’35”.
CLASSIFICA GENERALE — 1. Nairo QUINTANA (Col, Movistar) 42h06’09”, 2. Pinot (Fra) a 28″, 3. Dumoulin (Ola) a 30″, 4. Mollema (Ola) a 51″, 5. Nibali a 1’10”, 6. Pozzovivo a 1’28”, 7. Zakarin (Rus) a 2’28”, 8. Formolo a 2’45”, 9. Amador a 2’53”, 10. Kruijswijk (Ola) a 3’06”.

 

Ti piace questo articolo? Condividilo!