Radio Nettuno

Giro D’Italia 2017, la settima tappa la vince Caleb Ewan con una grande volata

12 Maggio 2017
Giro D’Italia 2017, la settima tappa la vince Caleb Ewan con una grande volata

Arriva finalmente il successo per Caleb Ewan, che trionfa ad Alberobello, nella settima tappa del Giro d’Italia numero 100, volata decisa al fotofinish, con l’australiano che supera di poco l’indomito Fernando Gaviria e Sam Bennett.

Parte subito dopo il via la fuga di giornata, composta da un terzetto: Simone Ponzi (CCC Sprandi), Giuseppe Fonzi (Wilier- Selle Italia) e il russo Dimitri Kozonchuk (Gazprom-Rusvelo), il gruppo lascia andare la fuga che in pochi chilometri i battistrada guadagnano terreno.

Al km 40, Ponzi è vittima di un incidente meccanico che lo costringe a fermarsi e poco dopo viene ripreso dal gruppo, si forma così una coppia di testa, che rimane, per tutta la parte centrale di gara, con un vantaggio attorno ai 4 minuti, i due traguardi volanti di giornata, di Massafra e Martina Franca, vengono conquistatati da Kozonchuk, mentre l’unico GPM in programma di Bosco delle Pianelle va a Fonzi, il gruppo riduce  il distacco e la fuga viene definitivamente annullata a 20 km dal traguardo.

Il gruppo si dirige quindi compatto verso lo sprint, a 4km dal traguardo lo sloveno Kristijan Koren (Cannondale-Drapac) prova l’allungo, ma il suo tentativo dura solo qualche centinaia di metri, lo sprint viene lanciato dall’australiano Caleb Ewan (Orica-Scott),con  l’irlandese Sam Bennett (Bora – Hansgrohe) che prova a rimane alla sua ruota, mentre il colombiano Fernando Gaviria (QuickStep-Floors) rimane nascosto fino ai 50 metri venendo fuori all’esterno con una progressione impressionante, ma la vittoria non sfugge a Caleb Ewan al fotofinish, secondo Gaviria e terzo Bennett, con l’altro grande favorito alla vittoria della tappa il tedesco André Greipel (Lotto-Soudal) arriva al quarto posto, mentre il migliore italiano al traguardo è Enrico Battaglin (LottoNL-Jumbo) che chiude 7°.

La maglia rosa rimane sulle spalle del lussemburghese Bob Jungels (QuickStep-Floors).

 

Domani si correrà l’ottava  tappa da Molfetta a Peschici di 189 km, tappa molto mossa con i 1500 mt finali con una salita molto dura con una pendenza massima del 12% ed una media del 5,4% quindi possibile un’attacco a sorpresa con gli uomini di classifica che si potrebbero far vedere per testare la resistenza degli avversari.

Ti piace questo articolo? Condividilo!