Radio Nettuno

Fortitudo, una domenica da dimenticare in fretta: -23 a Jesi!

21 Gennaio 2018
Fortitudo, una domenica da dimenticare in fretta: -23 a Jesi!

AURORA – CONSULTINVEST 84 – 61
(18-14; 40-27; 63-44)
Jesi: Green 6, Ihedioha 10, Hasbrouck 26, Marini 13, Rinaldi 17, Mentonelli, Kouyate, Montanari, Valentini, Massone 4, Piccoli 8. All. Cagnazzo.
Fortitudo: Cinciarini 2, Fultz 3, Montanari ne, Rosselli 10, Bryan 2, Italiano 9, McCamey 4, Legion 9, Chillo 13, Gandini 9, Pini, Boniciolli P. All. Boniciolli M.

La peggiore prestazione della stagione. La Fortitudo cade a Jesi in una gara nella quale ha tirato molto male, soprattutto dal perimetro, e con un atteggiamento poco aggressivo. Jesi, pur giocando una partita buona, ma non eccezionale, ha dominato da metà del secondo quarto in poi. Si salvano, almeno per la voglia, Chillo e Gandini, con Italiano troppo presto limitato dai falli. Male, per non dire disastrosi, i due americani.
E pensare che i primi minuti erano stati pirotecnici (10-11 al 4’), poi la Consultinvest non la metteva mai (5/20 al tiro al 10’) e, nonostante i tanti rimbalzi offensivi, i felsinei chiudevano sotto il quarto di quattro lunghezze (18-14). Un super Chillo, però, sembrava sparigliare le carte (11 punti e 9 rimbalzi già al 15’) e sul 23-26 nessuno avrebbe mai immaginato quello che poi si è visto in campo. Il miglior momento di Rinaldi valeva il +11, 38-27, ad un minuto dalla sirena. Nella ripresa ci si aspettava una faccia diversa per la Fortitudo e, invece, proseguiva il ciapanò. C’era match fino al 55-42 del 27’, poi il finale di periodo era il preludio per il disastro, con Jesi che volava prima a +21 (65-44, canestro del solito Hasbrouck) e poi a +28 sul 79-51 al 35’. Game over.

Ti piace questo articolo? Condividilo!