Radio Nettuno

Fortitudo – Sorrentino: “Al cuor non si comanda”

28 Febbraio 2014
Fortitudo – Sorrentino: “Al cuor non si comanda”

Si è svolta, al PalaDozza, la conferenza stampa per presentare l’ultimo colpo di mercato della Fortitudo: Gennaro Sorrentino, nome non nuovo per i tifosi della Effe. Dopo una lunga trattativa il ragazzo è finalmente arrivato sotto le Due Torri.
Il presidente Anconetani apre la conferenza: ”Siamo molto contenti di aver qua Gennaro Sorrentino, innesto importante per continuare al meglio il nostro cammino. Lui qui si è sempre sentito a casa e noi lo accogliamo come se fosse un nostro figlio. Speriamo possa dare una spinta all’ambiente, alla squadra e alla società”.
La parola passa poi a coach Politi: ”Conosco Gennaro da quando era piccolo, ne abbiamo passate tante insieme e sono felice di poterlo riallenare. E’ un giocatore che in questa categoria può ricoprire due o tre ruoli in base alle necessità e mi darà quindi la possibilità di avere parecchie alternative tecnico tattiche. Cercheremo di inserirlo nel migliore dei modi all’interno dei meccanismi della squadra senza avere fretta”.
Ed ecco che tocca a Gennaro Sorrentino: ”Sono molto emozionato ed altrettanto felice, felice di essere a casa. Erano anni che volevo tornare a Bologna e finalmente sono qui”.
Chiare e concise le prime parole del ragazzo che davvero è emozionato davanti ai numerosi giornalisti che sono lì per lui. Non impiega poi molto tempo a mettersi a proprio agio davanti ai microfoni e continua: “Non sono preoccupato, voglio inserirmi con la massima umiltà ed entrare in squadra in punta di piedi. Sono qui per costruire insieme ai miei compagni e non per distruggere ciò che di buono è stato fatto fino ad ora“.
Ciò che ci si aspetta de lui è sicuramente un impatto anche a livello di leadership, ma non sembra pesargli questo ruolo, infatti, afferma: “La squadra ha già un equilibrio ed è un ottimo organico, il miglior esempio è quello che si dà in campo, sono i giocatori che devono riconoscere il proprio leader durante le partite; va anche detto che indossando questa maglia non dovrebbe risultare difficile fare da trascinatore”.
Per il suo esordio al Paladozza dovrà aspettare il 16 marzo quando la Effe scenderà in campo contro Montecatini, match già di per sé molto atteso.
Arriverò carico a molla, sarà una partita calda e spettacolare. Sarò anche un po’ emozionato, soprattutto, quando salirò per quelle scalette prima di entrare in campo. ma non vedo l’ora di tornare a giocare al PalaDozza davanti alla Fossa”.
Sul finire della conferenza Sorrentino afferma: “Per ultima cosa ci tengo a ringraziare la Viola Reggio Calabria che ha permesso il passaggio, ma anche i ragazzi, lo staff, il coach. Sono molto grato a loro per tutto, ma ora sono a casa e a cuor non si comanda”.
La voglia di giocare per la Fortitudo gliela si legge negli occhi, non resta che aspettare di vedere che impatto riuscirà ad avere in questo campionato e se davvero riuscirà di nuovo a far sognare la Fossa.
a.t.

Ti piace questo articolo? Condividilo!