Radio Nettuno

Fortitudo – La Tulipano stringe i denti e sbanca Livorno

16 Febbraio 2014
Fortitudo – La Tulipano stringe i denti e sbanca Livorno

DON BOSCO – TULIPANO 51 – 61
(14-13; 31-26; 42-42)
Livorno: Vallini 6, Sanguinetti 8, Sollitto 3, Mazzantini 6, Lucarelli, Lemmi, Gigena 15, Artioli, Malfatti, Benvenuti 13. All. Da Prato.
Fortitudo: Caroldi 2, Verri 9, Seravalli, Lenti ne, Fin 12, De Min 4, De Ruvo ne, Spizzichini 16, Sabatini 3, Venturelli 15. All. Politi.

Bel colpo della Fortitudo a Livorno. Dopo quasi 30′ all’inseguimento, i bolognesi hanno inserito il turbo in difesa schiantando la formazione labronica con l’importante apporto offensivo del duo Venturelli-Spizzichini.
Il commento a fine gara di coach Politi: “Le difficoltà della prima parte di gara derivavano dalla settimana drammatica a livello di infortuni: non era pensabile di essere brillantissimi: bisognava fare una gara di cuore o di difesa, in attacco sapevamo che non potevamo fare tanto. Ci é mancato Pederzini che é uno da doppia cifra. Ci abbiamo creduto, anche sotto, senza disunirci, magari facendo errori grossolani, ma credendoci esempre. Col cuore siamo riusciti a venirne fuori. Ho usato quintetti atipici per adattarci alla loro terna Gigena-Sanguinetti- Vallini che erano i pericoli numeri uno. Difendendo bene su di loro abbiam fatto la partita. Il dato dei rimbalzi é ancora una volta confortante: nei primi due quarti abbiamo subito 20 punti su 31 dalla coppia Gigena-Benvenuti che sono il 4 e il 5, mentre negli ultimi due quarti li abbiamo limitati offensivamente e abbiamo preso 20 rimbalzi in piu. Anche stasera i liberi non ci hanno aiutato, ma i rimbalzi sono tutti possessi in piú. Sono soddisfatto perché ai ragazzi ho fatto vedere le nostre ultime cinque partite per ricordargli che stiamo subendo 65 punti di media, stasera ne abbiamo presi 51 con una tripla all’ultimo secondo quando ormai non difendevamo neanche piú. Quindi bene“.

Ti piace questo articolo? Condividilo!