Radio Nettuno

DNC – Milanotre beffa un incerottato Castiglione Murri

9 Febbraio 2014
DNC – Milanotre beffa un incerottato Castiglione Murri

CASTIGLIONE MURRI – MILANOTRE 72 – 76
(25-17, 36-32, 54-48)
Castiglione Murri: Gandolfi, Ventura, Verdi, Iattoni 11, Beccari, Lollini 12, Lugli 9, Botteghi 25, Di Rauso ne, Albertini 15. All. Carretto.
Basiglio: Tandoi 6, Giocondo 21, Zavattin ne, Iacono ne, Delmenico 4, Darwish 11, Colombo 23, Piva 7, Maffezoli 2, Soresina 2. All. Pugliese.

Sconfitta amara per il Castiglione Murri che, dopo essere stato praticamente sempre davanti per 36′, viene beffato da Milanotre, corsaro al Cierrebì. Dopo la quarta sirena sul tabellone luminoso compare un 72-76 che brucia alla squadra di Carretto, stoica ed encomiabile per quasi tutta la partita, salvo poi smarrirsi nei momenti decisivi. Biancoblu in formazione rimaneggiata, senza i due play Riguzzi e Mazzoli, fuori per tutta la stagione, con Lollini in panchina senza essersi allenato nelle ultime tre settimane, Botteghi buttato nella mischia nonostante la distorsione alla caviglia rimediata martedì scorso in allenamento ed Albertini non al meglio per una botta subito nella trasferta con la Nervianese. Carretto si affida al migliore starting five possibile promuovendo Beccari, Lugli, Lollini, Iattoni e Albertini. Milanotre risponde con Tandoi, Giocondo, Piva, Maffezoli e Soresina. Nonostante le defezioni è il Castiglione Murri a cominciare con il piede sull’acceleratore, guadagnando un buon vantaggio dopo 5′ (17-10) grazie all’inizio stratosferico di Iattoni – perfetto con 9 punti frutto di 4/4 da due, 1/1 ai liberi, 1 rimbalzo, 1 assist, 1 stoppata data, 2 recuperate e 14 di valutazione – e del buon apporto di Albertini. Milanotre accusa il colpo, anche se Tandoi, e soprattutto Giocondo, cominciano a scaldare il motore. Prima della prima sirena Carretto si gioca la carta Botteghi che, sebbene non in buone condizioni, ripaga la fiducia del tecnico con 5 punti che permettono al Castiglione Murri di condurre 25-17 dopo 10′. E’ proprio Botteghi l’arma in più dei Grifoni che, trascinati dalla loro ala, arrivano sul +10 (27-17), salvo subire successivamente il ritorno di Milanotre che prima ricuce lo strappo con Colombo e Darwish e poi mette la freccia con Giocondo (29-30) che a 5’30” regala ai suoi l’unico vantaggio del primo tempo. Perchè la tripla di Albertini e una prodezza di un Botteghi da 13 punti all’intervallo lungo valgono il 36-32 della seconda sirena. Il problema dei padroni di casa è anche l’impossibilità di effettuare le necessarie rotazioni, ma, anche quando Carretto fa esordire il giovane Gandolfi, classe 1995, la barca biancoblu mantiene la rotta grazie alla tripla di Lugli (39-34) e all’apporto di Albertini (41-34). Milanotre non molla e con Giocondo e Tandoi si rifa sotto (43-40), ma la parabola di Lollini (46-42) e soprattutto i 5 punti consecutivi di Botteghi permettono al Castiglione Murri di chiudere davanti anche il terzo quarto (54-48). L’inerzia è nelle mani dei padroni di casa che con Botteghi, Lollini e la tripla di Lugli (61-55) ribattono colpo su colpo alle iniziative di Milanotre, poi qualcosa si inceppa e salgono in cattedra Colombo, che firma il pareggio (61-61), Piva, che dopo l’1/2 ai liberi di Albertini (62-61), regala ai suoi il vantaggio con una tripla a 4′ dalla quarta sirena (62-64), e Giocondo che allunga sul 62-68. Nell’ultimo minuto e mezzo succede di tutto. Botteghi non sbaglia ai liberi (64-68), Milanotre risponde con Delmenico e Botteghi infila la tripla di tabella che vale il 69-72. Il Castiglione Murri tenta il tutto per tutto, Lollini trova il gioco da tre che spaventa Milanotre (72-74), ma due perse e qualche errore di inesperienza dei biancoblu consegnano il successo agli avversari. Per il Castiglione Murri la soddisfazione di avere reagito con carattere agli infortuni, ma anche l’amarezza per non essere riuscito a portare a casa un successo che sarebbe stato meritato.

Ti piace questo articolo? Condividilo!