Radio Nettuno

DNC – Il Castiglione Murri batte Nerviano e sfortuna

2 Febbraio 2014
DNC – Il Castiglione Murri batte Nerviano e sfortuna

NERVIANESE – CASTIGLIONE MURRI 76 – 82
(15-24, 32-39, 52-61)
Nerviano: Rondena 21, Finassi, Vanzulli 7, Cappellotto 8, Crippa 14, Re Cecconi ne, Ardizzone 5, Bandera 15, Fornara, Mantica 6. All. Ferrari.
Castiglione Murri: Mazzoli, Riguzzi 6, Verdi 2, Iattoni 20, Beccari 16, Lollini ne, Lugli 8, Botteghi 16, Bergami 4, Albertini 10. All. Carretto.

Coraggioso, stoico, commovente. Più forte della sfortuna che continua ad accanirsi con sadismo sulle sorti della prima squadra, il Castiglione Murri rinasce dalle ceneri della sconfitta con Saronno e schianta in trasferta la Nervianese imponendosi 82-76. Con Lollini in panchina solo per onor di firma per il problema al ginocchio e domani si saprà qualcosa di più in seguito alla risonanza magnetica a cui si sottoporrà il giocatore, il Castiglione Murri ha subito cominciato con il piede sull’acceleratore, mettendo in vetrina il solito, grande Riguzzi delle recenti uscite. Poi, dopo 7′, l’ennesimo infortunio di questa stagione che ha colpito proprio il giovane play biancoblu, per il quale si teme una distorsione al ginocchio. L’ennesimo colpo di sfortuna non ha tuttavia fiaccato il forcing dei Grifoni che, anzi, hanno tirato fuori il meglio di loro stessi. Finalmente fluidi in attacco e solidi in difesa i ragazzi di Carretto sono infatti riusciti ad arrivare davanti nel primo (15-24) e nel secondo quarto (32-39) e, quando è stato costretto ad alzare bandiera bianca anche Mazzoli, a cui è uscita la spalla in un’azione di gioco, non si sono disuniti. Pallone dopo pallone il Castiglione Murri ha difeso il vantaggio, trascinato dalla forza del collettivo. Tanti i protagonisti dell’impresa da un Iattoni finalmente ritrovato in attacco, con 20 punti, 8 rimbalzi e 21 di valutazione, a Beccari sempre più maturo in regia e capace di portare a casa anche 16 punti, 8 rimbalzi e 22 di valutazione. Importante anche l’apporto di Botteghi, sopra le righe con 16 punti e 21 di valutazione, e del capitano Albertini, prezioso in attacco, ma anche solido in difesa, soprattutto nel quarto periodo. “Abbiamo giocato una partita agonisticamente perfetta – commenta Carretto – contro una squadra rognosa e feroce, l’ammazzagrandi del campionato. L’unica nota negativa sono stati ancora una volta gli infortuni che andranno valutati nei prossimi giorni“.

Ti piace questo articolo? Condividilo!