Radio Nettuno

Dieci minuti da incubo e la Fortitudo crolla a Trieste

31 Maggio 2017
Dieci minuti da incubo e la Fortitudo crolla a Trieste

TRIESTE – KONTATTO 91 – 69
(32-12; 50-31; 69-48)
Trieste: Baldasso 17, Prandin 2, Coronica, Pecile 1, Ferraro, Bossi 2, Green 16, Simioni, Cittadini 2, Parks 20, Cavaliero 18, Da Ros 13. All. Dalmasson.
Fortitudo: Gandini 9, Raucci, Candi 4, Montano 7, Campogrande 13, Legion 10, Italiano 7, Mancinelli 4, Costanzelli ne, Ruzzier 6, Knox 9, Marchetti ne. All. Boniciolli.

Un primo quarto sontuoso, permette a Trieste di ipotecare la seconda sfida di semifinale. Per la Fortitudo una serata da dimenticare in fretta perché, sabato pomeriggio, si troverà con le spalle al muro e non potrà più sbagliare. Da salvare solo la prestazione di Campogrande.
La cronaca: dopo le prime schermaglie (2-2 al 2’), i giuliani pian piano, scappavano (15-7 al 6’). L’onda lunga travolgeva la Kontatto che si trovava a-20, sul 28-8, con la tripla di Baldasso. I biancorossi erano, dalla lunga distanza, inarrestabili, ma, nel secondo quarto, cinque punti consecutivi di Montano davano l’impressione che la partita potesse essere riaperta (33-20). Qui, due missili consecutivi di Cavaliero, toglievano ogni speranza di rimonta per la Fortitudo che, da quel momento, non riusciva più a reagire seriamente. Nella ripresa, con una tripla di Parks, Trieste toccava il massimo vantaggio sul 62-33 e poi staccava la spina. Controparziale di 0-10 e 62-43, ma era tutta un’illusione perché i padroni di casa facevano in attacco (12/20 da 3) quello che volevano e chiudevano in assoluta scioltezza.

Ti piace questo articolo? Condividilo!