Radio Nettuno

Corvino pressa Rossi: “Ora mi aspetto gli straordinari sul campo”

1 Settembre 2015
Corvino pressa Rossi: “Ora mi aspetto gli straordinari sul campo”

Ora gli straordinari li dovranno fare sul campo“. Il messaggio è chiaro e diretto: allenatore e giocatori adesso devono dimostrare di essere da Bologna. Il giorno dopo la fine del mercato il responsabile dell’area tecnica rossoblù Pantaleo Corvino fa il punto: “Abbiamo gettato le basi per il futuro, speriamo di aver sbagliato il meno possibile e che nei prossimi anni bastino due o tre innesti come hanno potuto fare le nostre avversarie. L’obiettivo stagionale? Arrivare quartultimi: lo abbiamo sempre detto, la crscita deve essere graduale e quest’anno l’importante è la salvezza. La trattativa più difficile? Con i debiti paragoni lo sono state tutte. Che fine faranno i giocatori fuori dal progetto che non hanno trovato squadra? Due mesi fa siamo stati chiari: abbiamo chiesto la collaborazione di alcuni giocatori per il mercato in uscita, c’è chi ci ha dato una mano e chi ha fatto scelte diverse. Chi non ha condiviso la nostra strategia andrà fuori lista, è una decisione che prenderemo dopo l’allenamento. Ci tengo a dire che non si tratta di rivalsa, semplicemente i piani tecnici non sono cambiati e chi ne era fuori prima lo sarà anche adesso. Ascoli o Entella possibili destinazioni per gli esuberi? Non mi aspetto niente. Rammarichi? Qualche obiettivo iniziale è sfumato, per Defrel avremmo dovuto spendere il 50% del budget generale, ma se aver rinunciato a lui significa essere riusciti a prendere Destro non ho rimpianti. Donsah era un nostro primo obiettivo, quando ho visto che grandi club si erano inseriti ho avuto paura di perderlo. Destro è stato il primo attaccante che ho chiesto appena finito il campionato ad esempio. Taider invece venne a casa mia l’anno prima di venire a Bologna, lo seguo da tempo, Giaccherini lo cercai a Firenze e poi arrivò la Juve. Alcuni rapporti hanno aiutato su alcune trattative“.

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!