Radio Nettuno

Coppa Africa, Le sorprese non mancano mai a casa anche i campioni uscenti della Costa D’Avorio, si qualificano RD Congo e Marocco

25 Gennaio 2017
Coppa Africa, Le sorprese non mancano mai a casa anche i campioni uscenti della Costa D’Avorio, si qualificano RD Congo e Marocco

Certo le sorprese in questa coppa Africa non mancano di certo e anche nel girone C sono arrivate con l’esclusione dei campioni uscenti della Costa D’Avorio che perdono 1-0 dal Marocco guidato dal loro ex allenatore Renard, mentre la RD Congo batte il Togo 3-1 con un’altra prestazione bellissima di Kabananga, ora RD Congo e Marocco aspettano le avversarie con cui saranno abbinate nei quarti di finale, che giocheranno stasera anche qui attenzione alle sorprese con Ghana(6) – Egitto (4)e Uganda (0) – Mali (1).

Marocco – Costa D’Avorio 1-0

Marcatori : al 64′ Alioui

Serviva una vittoria per la Costa D’Avorio per sperare in una qualificazione ed invece è arrivata una sconfitta, il CT. Dussuyer ha puntato in attacco sul collaudato tridente Zaha-Bony-Kalou, ma la difesa a cinque del Marocco ha controllato senza troppi problemi, complice anche i ritmi troppo lenti della manovra ivoriana e la scarsa intraprendenza del centrocampo Ivoriano.

Brutto primo tempo con troppa paura di sbagliare e di sbilanciarsi tra le due squadre con un violento destro di Zaha respinto da Munir (37’), ma a sfiorare il vantaggio e’ il Marocco, con una punizione di Fajr che bacia la  traversa con il portiere  Gbohouo battuto, nel secondo tempo prova a trovare il coraggio di fare la partita il Marocco che arriva al gol al 64’ grazie a un’invenzione del nuovo entrato Alioui, che fa partire un’improvviso tiro di destro dalla distanza a beffare Gbohouo, la reazione della Costa D’Avorio non si vede anche se colpisce  un palo con Kalou, quindi la Costa d’Avorio viene eliminata senza mai far vedere un’idea di gioco ben precisa ed un ritmo troppo basso per dare fastidio alle sue avversarie, con un Kessie schierato troppo a ridosso della sua difesa, mentre grande soddisfazione per Renard che ha centrato la sua prima missione riportare il Marocco nei quarti di finale dopo 6 edizioni consecutive di eliminazioni al primo turno vedremo se riuscirà a conquistare la sua terza coppa Africa da allenatore.

RD Congo – Togo 3-1

Marcatori: al 29′ Kabananga (C), al 54′ Mubele (C), al 69′ Laba (T), al 80′ M’Poku (C)

Divertente sfida invece a Port Gentil, dove i Leopardi si sono presi il primo posto del gruppo piegando il Togo di Emmanuel Adebayor (buon torneo il suo vedremo se riuscirà a trovare l’ultimo contratto della sua carriera visto che ora è svincolato), il Congo parte subito con un ritmo alto con un’altra partita mostruosa giocata da Kabananga con grandi accelerazioni ed improvvisi scatti in profondità e al 29’ segna anche il gol del vantaggio grazie ad un sinistro secco sul palo più lontano e ha anche sfiorato anche il raddoppio al 45’ cogliendo il palo bel colpo di testa su calcio d’angolo, al 54’ arriva il gol del 2-0 grazie ad una dormita difensiva collettiva della difesa del Togo che consente a Mubele di firmare il raddoppio con un morbido pallonetto, arriva la reazione del Togo con il suo capitano Adebayor che sfiora in un paio di occasioni sfiora il gol ma al 69′ trova il gol della bandiera con Laba, il Congo alza di nuovo il ritmo ed arriva puntuale al 80′ il gol su calcio di punizione di M’Poku.

Il Togo ha dovuto far giocare in mezzo ai pali il terzo portiere Tchagouni, perché al primo portiere l’esperto Agassa dopo la sconfitta contro il Marocco gli è stata devastata la casa in Togo da qualche teppista perché non aveva giocato bene, storia veramente assurda per un ragazzo che molti anni fa rifiutò di giocare nella nazionale francese perché si riteneva troppo attaccato ai colori del suo paese.

 

Ti piace questo articolo? Condividilo!