Radio Nettuno

Boniciolli: ” Giocheremo consapevoli di aver fatto un passo avanti”

14 Gennaio 2017
Boniciolli: ” Giocheremo consapevoli di aver fatto un passo avanti”

“La Fortitudo è ancora in evoluzione. Ripeto quello che dissi a Boniciolli l’anno scorso, l’identità che è stata data alla squadra è fortissima”. E’ da queste parole che il coach fortitudino parte per presentare la partita contro Verona. Parole spese dall’allenatore scaligero Luca Dalmonte al quale Boniciolli non può far altro che porgere ringraziamenti. E’ proprio questo il nodo relativo alla Fortitudo: fino al 23 gennaio non potrà essere al completo, più precisamente fin a quando non sarà ufficiale l’arrivo di  Alex Legion sotto le Due Torri. “Il giocatore ha espresso la volontà di venire a Bologna. La trattativa la sta conducendo Davide Lamma e la società è disposta a fare uno sforzo economico importante. Bisognerà vedere se la sua squadra attuale, La Viola Reggio Calabria, sarà disposta a farlo partire”.

A Verona quindi si presenterà la solita Fortitudo, con Luca Gandini,ripreso dal mal di schiena e Mitja Nikolic che, nonostante la consapevolezza di essere tagliato, in un colloquio a parte con il coach ha detto: “cercherò di fare al meglio qualsiasi cosa che mi viene richiesta fino all’ultimo minuto con la maglia della Fortitudo”.

“Verona, già dalla partita che abbiamo giocato all’andata, ha mostrato di avere un Roster solido con grande esperienza, guidata da un giocatore che l’anno prima giocava in Eurolega come Dawan Robinson e tre lunghi importanti a cui si è aggiunto Pini. Una squadra con 5 esterni maturi e un centro dinamico come Dane Diliegro.”

L’avvio di stagione poco entusiasmante dei veneti aveva portato all’esonero di Fabrizio Frates. Al suo posto Luca Dalmonte che ha rivoluzionato il sistema della squadra “ha dato un sistema esclusivamente di esecuzione. I giocatori non hanno né responsabilità né margini di scelta individuale, sono limitatissimi.” 

Da una parte dunque la Tezinis, forte di un successo al PalaVerde di grande qualità, dall’altra la Fortitudo, rammaricata sicuramente per la sconfitta nella stracittadina ma consapevole, data la prestazione eccelsa contro la virtus, di aver fatto un passo avanti. “Veniamo da tre partite giocate con una certa personalità. La cosa importante è utilizzare questo non come un punto di arrivo ma come punto di partenza. Il derby ci ha dato delle sicurezze, non dei dubbi.”

E.F

Ti piace questo articolo? Condividilo!