Radio Nettuno

Baseball – L’UnipolSai saluta Patterson e firma “l’aussie” Searle

17 Giugno 2016
Baseball – L’UnipolSai saluta Patterson e firma “l’aussie” Searle

E’ durata due mesi l’avventura in biancoblu per Scott Patterson, che in questi giorni è rientrato in patria per problemi personali. Per lui 8.2 riprese in 6 partite, con una salvezza, media PGL 2.08, un ringraziamento e in bocca al lupo per il prosieguo della sua carriera da parte della UnipolSai Fortitudo, che ha scelto di non attendere il ritorno a Bologna del giocatore, optando per la sua sostituzione con un nuovo lanciatore straniero con caratteristiche da partente.

Si tratta dell’australiano Ryan Searle, lanciatore destro che sta per compiere 27 anni, dotato di una palla veloce oltre le 90 miglia, pilastro della nazionale “Down Under”, con una brillante carriera in Minor League, nel campionato australiano e nelle leghe orientali, da dove proviene, essendo stato appena rilasciato dai Lamigo Monkeys, squadra della Lega professionale di baseball di Taiwan. Nella stagione precedente aveva giocato nella Baseball Challenge League del Giappone con Ishikawa Million Stars. Caratteristiche da lanciatore partente, ma altrettanto efficace nell’utilizzo da rilievo, in particolare nei finali dei match. Fra le sue doti il controllo ma nello stesso tempo la capacità di eliminare al piatto i battitori, potendo così vantare un rapporto fra strikeout e basi ball davvero ragguardevole. Nelle Minors per lui 7 K ogni nove riprese, che diventano 9 nel campionato australiano, dove concede viceversa 2.6 basi (3.46 nelle Minors). Un profilo che promette molto bene, la qualità e il carattere del giocatore fanno pensare che potrà ambientarsi molto bene nel nostro campionato e al livello del baseball IBL.

La sua carriera negli States si è svolta tutta con la franchigia dei Chicago Cubs, dal 2008 al 2014. In questo periodo è stato compagno di squadra sia di Alessandro Maestri che di Alberto Mineo. Il primo anno lo ha disputato in rookie league e nella short season del singolo A, con i Boise Hawks. Per lui 6 gare, 5 da partente, 1 vinta, 2 perse e 1.03 di media PGL. Nel 2009 una stagione consistente a Daytona (A avanzato), chiusa con un ranking di 7-11, MPGL 4.42 per un totale di 116 inning lanciati. L’anno successivo si divide fra Daytona e Peoria Chiefs (singolo A), dove ha un ranking di 7-8, 4.38 in 109 r.l.. Nel quadriennio successivo matura la sua crescita, toccando anche il doppio A con Tennessee Smokies (2011, 12 e 14) e il triplo A con Iowa nel 2012 (2 partite, 1 vinta, 6.2 riprese, 0 PGL). In queste stagioni è utilizzato prevalentemente da rilievo. Con Tennessee tre stagioni di ottimo livello, con 9 vinte, 6 perse, 40 partite (13 da partente) e media PGL 4.08. In Minor League ha lanciato complessivamente in 161  incontri (72 da partente), chiudendo con 36 vittorie, 36 sconfitte e 2 salvezze, per un totale di 530 riprese, media PGL 3.96, media strikeout (9 ip) 7.00, media basi ball (9 ip) 3.46.

Non è il primo giocatore australiano in forza ai biancoblu, c’è infatti il precedente di Trent Oeltjen, l’esterno che ha  disputato la seconda parte della stagione 2014, contribuendo alla conquista del nono scudetto. Anch’egli pilastro della nazionale australiana, presente nelle ultime edizioni del World Baseball Classic (2013 e qualificazioni 2016), Ryan Gregory Searle è stato scelto come lanciatore partente del Team Australia’s nelle Opening Series di marzo 2014 contro i Los Angeles Dodgers, lanciando tre riprese senza subire punti dai battitori MLB, concedendo loro solo una valida e una base ball. Ottima anche la sua performance nella Coppa del Mondo 2011 giocata a Panama, ottenendo 2 vittorie con Nicaragua e Canada e una media PGL di 0.74. Sei le stagioni disputate nel campionato nazionale nelle fila del Brisbane Bandits, squadra della sua città natale. Per lui complessivamente 76 partite (36 da partente), con 17 vittorie, 17 sconfitte e 22 salvezze in 271 riprese lanciate. Media PGL 3.26. Particolarmente positiva l’ultima stagione, dove è risultato, utilizzato da rilievo, il miglior lanciatore del team, con 5 vinte, 2 perse e 17 salvezze per una impressionante media PGL di 0.40.

Ti piace questo articolo? Condividilo!