Radio Nettuno

Baseball – L’UnipolSai lotta, ma è ancora sconfitta in casa

5 Settembre 2015
Baseball – L’UnipolSai lotta, ma è ancora sconfitta in casa

Partita decisamente in salita anche questa sera per la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna, che in gara2 delle Italian Baseball Series 2015, la finale scudetto del campionato IBL, ha subito una seconda sconfitta con il risultato di 7 a 3 contro il Rimini. Ora la trasferta in Romagna, dove si giocheranno gara3, gara4 e anche gara5, come tutti si auspicano naturalmente sotto le Due Torri, si presenta assolutamente impegnativa e la squadra bolognese sarà obbligata a vincere almeno due incontri per riportare la serie al Gianni Falchi.

Nella partita riservata ai lanciatori di scuola italiana, i pirati hanno proposto Roberto Corradini come lanciatore partente, che ancora una volta – dopo una stagione sofferta e con pochi inning sul braccio – si è rivelato “bestia nera” dei biancoblu. Il temuto ex, Carlos Richetti, lo ha poi rilevato, ottenendo una preziosa salvezza di tre riprese complete per i colori nero arancio. Nanni ha invece schierato Luca Panerati, non potendo contare su Riccardo De Santis. Il partente felsineo, volenteroso e autore di una prova che è andata oltre i cento lanci, dopo una stagione anche per lui difficile e condizionata da un infortunio, è da considerarsi comunque incolpevole nell’ambito della sconfitta subita, dovuta anche questa sera alla poca consistenza di un attacco apparso stanco e in difficoltà.

Ciò nonostante, al settimo inning la squadra bolognese ha avuto l’occasione per riequilibrare le sorti dell’incontro, ma la legnata di Juan Carlos Infante si è fermata a pochi centimetri da un fuoricampo che avrebbe potuto cambiare il corso della serata e l’inerzia del match. Sul 4 a 3 per gli ospiti, poi, all’ottavo inning un Crepaldi in difficoltà non ha potuto evitare altre tre segnature che hanno messo il risultato al sicuro a favore del Rimini.
Proprio l’interbase italovenezuelano aveva segnato al primo inning il punto dell’illusorio vantaggio, conquistando quattro ball e rubando la seconda, spinto a punto da capitan Liverziani, autore di una valida. Il singolo successivo di Suarez è stato poi vanificato da una battuta in doppio gioco di Rodriguez, che in qualche modo è stato il prodromo di un’altra serata negativa in attacco dei biancoblu.
Dal secondo inning i pirati hanno cominciato a costruire il loro match, sorpassando l’UnipolSai grazie alle valide di Babini e De Simoni. Nella quarta ripresa i nero arancio hanno segnato un altro punto con una battuta in diamante di Olmedo a basi piene. Al sesto inning, Suarez e Rodriguez, con una valida a testa e complice un errore difensivo, hanno provato a riportare sotto i biancoblu, ma al settimo, su Cadoni, ecco di nuovo gli ospiti a riallungare grazie alla volata di sacrificio di Romero. Al cambio di campo, l’azione già descritta, con la palla di Infante che dava l’impressione di uscire dalla recinzione, ma alla fine era solo un singolo che aveva sì il merito di far segnare Sambucci, ma non il punto del pareggio che rimaneva in base. All’ottavo poi ecco le tre segnature del Rimini a chiudere i conti, propiziate dei singoli di Romero e Mazzanti che, con una texas dietro alla prima base, portava il risultato sul definitivo 7-3.

FOTO – Fibs

Ti piace questo articolo? Condividilo!