Radio Nettuno

Baseball – L’UnipolSai inizia il campionato col piede giusto

21 Aprile 2018
Baseball – L’UnipolSai inizia il campionato col piede giusto

Inizia con il piede giusto il campionato 2018 della UnipolSai Assicurazioni che si afferma sul Tommasin Padova con il risultato di 7 a 3. Una gara equilibrata fino alla sua metà, con i veneti in vantaggio di due lunghezze al quarto inning, rimontati dai biancoblu, nelle riprese successive, quando l’attacco si è scatenato, una volta uscito di scena il partente ospite. In particolare un “big inning” da cinque punti al sesto ha girato la situazione a favore della squadra bolognese.
Rivedibile il partente cubano Jorge Martinez (4 riprese, 7 valide, 4 strikeout, 2 punti concessi), i biancoblu hanno avuto bisogno del loro “omone”, Raul Rivero (3.1 riprese, 4 valide, 6 strikeout, lanciatore vincente), schierato dalla quinta ripresa e della chiusura di Filippo Crepaldi. In attacco, in evidenza Osman Marval (2 su 4, doppio e fuoricampo), Beau Maggi (2 su 2, 2 doppi) e Nick Nosti (2 su 3, 3 RBI).
L’avvio del match è a sorpresa di marca veneta, già dal primo uomo in battuta, Alex Russo, che trova la valida dell’ex, prontamente replicata nei due turni successivi. Al quarto inning gli ospiti concretizzano contro un Martinez che concede troppo agli avversari e in particolare le valide di Hidalgo e Sandalo, senza out, sono concretizzate da Raffaele Medoro, ultimo in battuta, che manda a segno con un singolo entrambi i corridori, avanzati sul perfetto bunt di Pacini. Inserito al quinto inning, Rivero interrompe il flusso degli attaccanti in casacca rossa. Nella prima parte dell’incontro per i biancoblu invevce il solo doppio di capitan Vaglio al secondo inning, un fly in mezzo agli esterni, Russo e Galvan, che vanno entrambi sulla palla scontrandosi tra di loro ed il secondo ha la peggio ed è costretto ad uscire dal campo, dopo le cure del caso. Il canadese di Winnipeg, Marc-Andrè Habeck, sembra trovarsi a proprio agio nel controllo delle mazze biancoblu. Al quinto inning tuttavia qualche problema di controllo, con qualche lancio che non trova il via libera dell’arbitro di casa base, così sia Maggi che Dobboletta sono in base per ball, senza eliminati, con i cuscini che si riempiono, frutto dell’ottimo bunt di Grimaudo, ma l’UnipolSai non va oltre al punto battuto da Nosti su volata di sacrificio, con il pitcher canadese che si salva con due strikeut. Al sesto inning, con Fabiani a lanciare per gli ospiti, è Marval a suonare la carica con un doppio al centro e in situazione di due out è Maggi con un doppio a sinistra che rimbalza fuori dal campo a battere il pareggio. Il rilievo veneto subisce il colpo e riempie le basi con i passaggi gratuiti a Dobboletta e Grimaudo, permettendo poi alla Fortitudo di mettere la freccia con la valida al centro da due puni di Nick Nosti. I biancoblu dilagano con il neo entrato Agretti, che piazza un bel singolo a sinistra ed entrato altri due punti, sulla battuta e sul seguente errore di Russo. Serve Tebaldi per frenare l’emorragia, ma anch’egli all’inning successivo si deve inchinare alla ritrovata verve dell’attacco biancoblu e in particolare alla prodezza di Marval, che batte a destra il lungo fuoricampo del 7 a 2. All’ottavo inning anche Rivero si piega alla coppia Hidalgo-Sandalo, che trova un altro uno-due di valide, avanzando entrambi in posizione punto sull’errore di Grimaudo. Il lanciatore venezuelano effettua uno strikeout, prima di lasciare il mound a Crepaldi, che risolve la situazione, non senza concedere una innocua volata di sacrificio a Sciacca, che fissa il punteggio sul 7 a 3.

Ti piace questo articolo? Condividilo!