Radio Nettuno

Baseball – La Fortitudo cade in casa (0-5) con Rimini

27 Giugno 2014
Baseball – La Fortitudo cade in casa (0-5) con Rimini

In una serata piuttosto fresca e umida per la pioggia caduta in giornata, si è disputata gara1 del secondo turno della seconda fase del campionato IBL 2014, che ha visto al Gianni Falchi la sfida fra UnipolSai Assicurazioni  e Rimini Baseball. I bolognesi sono stati sconfitti per 5 a 0 dai pirati, ma la superiorità degli ospiti è andata oltre al già eloquente punteggio, avendo battuto 14 valide (con 3 doppi) contro solo 3 della Effe Blu, protagonista di una prova davvero opaca. Forse il clima, forse le “scorie” per la sosta, o semplicemente una serata negativa di quelle che talvolta possono capitare anche ai grandi campioni, hanno condizionato la prestazione di Joey Williamson, alla sua seconda sconfitta stagionale, coincisa con la peggior prova da quando veste la casacca biancoblu. Il partente americano ha avuto un approccio negativo al match, subendo una segnatura in apertura su valida di Mazzanti e crollando letteralmente fra il terzo e il quarto inning, alla fine del quale aveva già concesso dieci valide e cinque segnature: praticamente partita già finita, anche perché sull’altra sponda della collinetta l’esordiente e vincente venezuelano Enrique Gonzales (5 riprese, una valida e 6 strikeout) era quasi perfetto e solo capitan Liverziani riusciva a ben interpretare un suo lancio. Non andava molto meglio anche con il rilievo Enorbel Marquez, altre volte colpito con una certa regolarità, a testimoniare che la serata negativa ha coinvolto un po’ tutta la squadra bolognese. Con oltre cento lanci sul braccio, Williamson chiudeva la sua gara al termine del quinto inning, non senza altri patemi. Il sostituto Salomon Marinez ha avuto il merito di non subire altre segnature fino al termine dell’incontro, meritandosi gli applausi del pubblico bolognese. I neroarancio, evidentemente ancora “gasati” dalla qualificazione alla finale europea, hanno colpito senza soluzione di continuità con quasi tutti gli elementi del lineup, ma in particolare Alex Romero (3 su 4, un doppio e 3 RBI) è stato il vero e proprio mattatore.

Con due eliminati, i singoli di Salazar e Mazzanti facevano avanzare e segnare in apertura di incontro Jack Santora, in base per ball. Williamson in difficoltà anche al secondo inning, concedendo valida a Spinelli e base a Babini, ma un doppio gioco su Di Fabio risolveva a favore dei biancoblu. Al terzo inning il partente bolognese doveva però capitolare di nuovo, colpito da una serie di valide in sequenza dei pirati. Apriva Zileri, imitato da Santora, che otteneva un doppio a destra, proseguivano Romero con un singolo e Salazar con un doppio a sinistra, producendo entrambi una segnatura. In qualche modo Willliamson riusciva a frenare l’emorragia a suon di strikeout, ma al quarto inning ancora il Rimini a far valere la propria aggressività. Gli ultimi due uomini del lineup, Babini e Di Fabio, iniziavano la ripresa con una valida, poi due strikeout di Williamson, prima di capitolare sul lungo doppio a destra di Romero, che mandava agevolmente a punto entrambi i corridori. Sotto di cinque lunghezze i felsinei trovavano la prima valida dell’incontro con Liverziani al cambio di campo. Al quinto inning ancora difficoltà per il partente petroniano, che tuttavia riusciva a risolvere senza danni una situazione di basi piene, con Spinelli in base su errore difensivo e Bertagnoni e Babini a battere valido. Mentre i biancoblu continuavano a subire le traiettorie dell’ottimo Gonzales, al sesto inning toccava a Marinez sul mound della UnipolSai. Il Rimini continuava a battere con lo scatenato Romero, ma il risultato non mutava. Anche i pirati operavano il cambio lanciatore, inserendo Marquez. Al settimo inning arrivava la seconda valida della Fortitudo, battuta da Ambrosino, che svegliava il pubblico infreddolito anche perché l’esterno girava per la seconda su errore difensivo, poi rubava anche la terza sullo strikeout di Oeltjen, ma inesorabile arrivava anche la terza eliminazione. Al nono inning, con Escalona a lanciare, ecco la terza valida bolognese, un doppio di Infante da leadoff. Veloci però le tre successive eliminazioni.

Il tabellino

Rimini Baseball        102 200 000 = 5

UnipolSai Bologna      000 000 000 = 0

Rimini: Zileri ec (1 su 5), Santora ss (1 su 4), Romero ed (3 su 4), Salazar es/1b (2 su 5), Mazzanti dh (1 su 3) (Cherubini pr), Spinelli 1b (1 su 3) (Cit es 0 su 2), Bertagnon r (1 su 3), Babini 2b (2 su 3), Di Fabio 3b (2 su 5). Tot: 14 su 37.

Lanciatori: Gonzales (W, 5 rl, 1 bv, 0 p, 0 pg, 0 bb, 6 so), Marquez (3 rl, 1 h, 0 p, 0 pg, 0 bb, 4 so), Escalona (1 rl, 1 h, 0 p, 0 pg, 0 bb, 1 so).

Bologna: Infante ss (1 su 4), Liverziani ed (1 su 4), Ambrosino ec (1 su 4), Oeltjen es (0 su 4), Rodriguez r (0 su 3), Vaglio 2b (0 su 3), Grimaudo dh (0 su 2) (Sabbatani dh 0 su 1), Malengo 1b (0 su 3), D’Amico 3b (0 su 3). Tot: 3 su 31.

Lanciatori: Williamson (L, 5 rl, 12 bv, 5 p, 5 pg, 2 bb, 7 so), Marinez (4 rl, 2 bv, 0 p, 0 pg, 3 bb, 1 so).

Ti piace questo articolo? Condividilo!