Radio Nettuno

Ballardini sprona i suoi: “A Milano come contro il Toro”

14 Febbraio 2014
Ballardini sprona i suoi: “A Milano come contro il Toro”

Il primo pensiero di Davide Ballardini alla vigilia della sfida di San Siro è per i calciatori che nel suo Bologna hanno avuto meno occasioni di mettersi in mostra: “Se dopo un mese devo ringraziare qualcuno lo faccio a chi non ha giocato o a chi ha giocato meno, perchè lavorano, comprendono le tue scelte e cercano di mettermi in difficoltà: sono loro che rendono il clima piacevole per lavorare, i vari Crespo, Laxalt. I nuovi? Sono due ragazzi che stanno bene insieme ai compagni“. Intanto, però c’è una partita da giocare. A Milano: “Non dobbiamo però pensare di affrontare un Milan in crisi, sono talmente forti che basta poco per cambiare il senso di una partita. Ci aspetta quindi una gara difficile che affronteremo con la nostra serietà e la consapevolezza di quanto ottenuto a Torino. L’organico del Milan è di così alto livello che non cambia molto se gioca uno invece di un altro: guardiamo a noi stessi perché sappiamo cosa ci aspetta, noi siamo una squadra seria e umile che ha il dovere di pensare a migliorare sempre il possesso di palla, usando al contempo sempre attenzione in fase difensiva. Ai ragazzi chiedo ancora compattezza, disponibilità e anche il gioco. Il Bologna anche a San Siro non dovrà essere passivo ma cercare di condizionare gli avversari e influire sulla loro prestazione“. Il punto di partenza è la sfida di domenica a Torino: “Lo spirito deve essere lo stesso di domenica. Siamo soddisfatti per quel risultato, ma sappiamo che non abbiamo fatto nulla, la strada è ancora lunga“. Con ogni probabilità Ballardini schiererà in partenza lo stesso undici dell’Olimpico.

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!