Radio Nettuno

Ballardini, rabbia e fiducia: “E’ stata la nostra migliore gara. Peccato”

22 Febbraio 2014
Ballardini, rabbia e fiducia: “E’ stata la nostra migliore gara. Peccato”

Rabbia per il risultato ma tanta fiducia per il futuro. Il Bologna di Davide Ballardini sta prendendo forma: “Abbiamo fatto una grandissima partita, non meritavamo di perdere. Ma le grandi squadre vincono anche queste partite. Noi dobbiamo giocare sempre così: correre, creare, pressare. I tifosi ci hanno applaudito? Capiscono tutto, sanno che non ci risparmiamo mai e vogliono vedere i loro giocatori spremuti a fine partita. Mi sono arrabbiato perchè non è venuto il risultato: con una prestazione del genere non portare a casa nulla, dispiace molto. E’ la più bella gara che abbiamo disputato. La Roma è brava nel fraseggio e a giocare tra le linee: se tu non rimani compatto, ti fanno male. Abbiamo cercato di prenderli di sorpresa sull’esterno quando i loro terzini stavano troppo alti e magari lì è mancato qualcosa nell’ultimo passaggio. Cosa è mancato contro Milan e Roma? Dobbiamo avere generosità e volontà, è mancato qualcosa in fase offensiva. Certo con Ibson ora aumentiamo la qualità: dobbiamo essere consapevoli di poter fare male all’avversario“. Non manca anche una domanda sulle cessioni eccellenti e sugli acquisti sconosciuti giunti a Bologna: “La mia scelta di venire qui anche se fosse stata fatta dopo il mercato sarebbe stata la stessa: non immaginate quanto sia fiero di essere l’allenatore del Bologna. La fascia di capitano a Kone? E’ stata una scelta fatta nello spogliatoio, la più sensata. Pana ha fatto una buona gara, a volte ha giocato anche da terzino ed è andato molto bene come esterno. Il gol? Al di là dell’errore a inizio azione perchè Gervinho non può fare 30 metri, dopo non abbiamo difeso la nostra porta. E’ stato un errore di squadra, non del singolo“.

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!