Radio Nettuno

Australian Open, riecco la finale con le Venus e Serena Williams

26 Gennaio 2017
Australian Open, riecco la finale con le Venus e Serena Williams

Sembra di essere in una sorta di macchina del tempo, invece sono veramente gli Australian Open 2017 e nel tabellone femminile si ritorna all’antico cioè Finale tra le sorellone Williams non accadeva agli AO dal lontano 2003 con vittoria di Serena in tre set, ma l’ultima volta che si sono affrontate in una finale dello slam e’ successo a Wimbledon nel 2009 con ancora la vittoria di Serena questa volta in due set, gli scontri diretti nelle otto finali giocate da Venus e Serena sono a favore di Serena per 6-2, l’ultima volta che Venus ha vinto una finale dello Slam era il 2008 a Wimbledon.

Ma veniamo alle semifinali giocate oggi prima scendono in campo Venus Williams che affronta l’altra americana Coco Wandeweghe con Vittoria sofferta di Venus per 6-7 (3-7), 6-2, 6-3 partita che vede subito due break nei primi due Game poi i servizi comandano fino al Tie Break dove Coco riesce a rispondere molto bene e vince abbastanza agevolmente per 7-3, poteva essere la molla per far vincere anche il secondo set per Coco che invece ha un contraccolpo psicologico e scioglie come neve al sole, forse per la paura di vincere, cosa che ha caratterizzato la sua carriera, smette di servire la prima in campo e commette tantissimi errori andando sott per 5-1 nel secondo set e subisce il break decisivo nel primo Game del terzo set, invece Venus mantiene la calma ed aspetta l’errore dell’avversaria giocando un Match intelligente senza permettere alla sua avversaria di ritornare in partita.

Nell’altra semifinale scendono in campo Serena Williams e la Croata Lucic (che ritorna in semifinale dopo quella ottenuta a Wimbledon nel 1999) troppa la differenza di potenza tra le due giocatrici con punteggio finale di 6-2, 6-1, tutto troppo facile per Serena, che fino ad ora non ha perso neanche un set e  che potrà puntare a vincere il suo settimo Australian Open e finalmente il titolo n. 23 dello Slam.

Ti piace questo articolo? Condividilo!