Radio Nettuno

Donadoni non si accontenta e striglia Destro: “Deve fare meglio”

6 Febbraio 2016
Donadoni non si accontenta e striglia Destro: “Deve fare meglio”

Roberto Donadoni si porta a casa il punto contro i viola. E la sua analisi della gara comincia dalla prestazione di uno dei giocatori più discussi: “Oggi Mbaye ha fatto una buona partita dal punto di vista difensivo, in fase offensiva deve proporsi meglio. Do fronte il Bologna aveva una grande squadra e concedere così poco è da grandi. Diawara aveva quasi 38 di febbre ma non glielo abbiamo detto, Maietta giocava in condizioni precarie e ha tenuto fino alla fine. La febbre l’aveva anche Masina. Solo con questo atteggiamento chi ha meno spazio può ritagliarselo. Destro? Mattia può fare meglio di quanto ha fatto oggi anche se aveva avversari contro forti. Deve fare ancora uno sforzo, forse dovrei marcarlo io con le cattive. Serve che metta più cattiveria per fare il salto di qualità. In superità numerica ho cercato di inserire giocatori che ci regalassero la superiorità numerica: il problema è che a volte quando giochi in undici contro dieci pensi di poter risolvere la partita da solo e non sono riuscito a far cambiare atteggiamento. Il gol di Giaccherini? Non si risolve tutto con un gol, il metro di valutazione deve essere diverso, bisogna essere in partita sempre, per tutti i 90 minuti, senza palla o con palla. Ma anche lui è stato poco lucido nella scelta della giocata: ha perso palloni brutti, deve trovare più continuità. Come abbiamo fermato i viola? C’è stata grande disponibilità nel saper leggere le situazioni e siamo ripartiti bene. Noi corriamo più di tutti in serie A ma corriamo anche bene. Bilancio di queste partite? Mi aspettavo di più in termini di risultato. Donsah? Bravo lui, bravo Taider, anche se alla fine hanno perso un po’ di lucidità“.

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!