Radio Nettuno

L’ItalBasket stritola le Filippine nella prima gara dell’Imperial BCT

25 Giugno 2016
L’ItalBasket stritola le Filippine nella prima gara dell’Imperial BCT

ITALIA – FILIPPINE 106 – 70

(40-7, 24-16, 24-27, 18-20)

Italia: Bargnani 6 (3/4), Belinelli 11 (0/1, 1/1), Datome 8 (1/3, 1/2), Gallinari 20 (7/8), Hackett 7 (2/2, 1/1), Abass 7 (2/6, 1/1), Aradori 14 (3/4 da tre), Cervi 8 (3/6), Cusin 4 (2/2), Della Valle 6 (2/4 da tre), Gentile 8 (4/5), Melli 3 ( 1(2 da tre), Poeta ne, Cinciarini 4 (2/4, 0/1). All. Messina.

Filippine: Blatche 21 (7/12, 1/2), Romeo 10 (2/6, 2/3), Ray Parks 1 (0/2), Tenorio (0/3, 0/1), Chan 2 (1/10, 0/1), William 9 (3/5, 1/3), Abueva 3 (0/1, 0/1), Norwood 2 (1/1, 0/3), Reyes (0/1 da tre), Fajardo 2 (1/1), Pingris 4 (2/2), Rosario 10 (1/1, 2/3), Aguilar 3 (1/2), De Ocampo 3 (0/2, 1/2). All. Baldwin.

Abbiamo fatto una buona partenza – ha detto il CT Ettore Messina – e quando abbiamo difeso con attenzione, chiudendo loro tutti gli spazi, le cose sono andate per il meglio. Viceversa abbiamo visto che quando fermiamo la palla facciamo un favore enorme a qualsiasi tipo di avversario. Dopo il buon primo tempo abbiamo mostrato un po’ di rilassatezza nel secondo, ma credo sia normale per i ragazzi pensare a non farsi male e a fare anche qualcosa di diverso in campo. Domani contro il Canada proveremo a fare un’altra buona partita”.

Per gli Azzurri, che tornavano a giocare al PalaDozza dopo 16 anni (l’ultima apparizione fu nel giugno del 2000, nell’amichevole contro una selezione di stelle dell’ex Jugoslavia voluta dall’allora CT Tanjevic per ricordare Krešimir Ćosić), è la terza vittoria in altrettante gare giocate nel cammino di avvicinamento al Pre Olimpico di Torino.

La cronaca. Il CT Ettore Messina, che lascia fuori Pascolo e Tonut, sceglie Hackett, Belinelli, Datome, Gallinari e Bargnani come quintetto di partenza. È il canestro di Andrea Bargnani ad aprire le ostilità, con l’Italia che infila un parziale di 8-0 dopo meno di 2’: per le Filippine arriva il primo timeout della gara. Il vantaggio azzurro si allunga con i liberi di Belinelli, i 5 punti consecutivi di Hackett, i tiri dalla lunetta di Belinelli e Datome e la penetrazione di Gentile (22-0). Per vedere il primo canestro dei filippini bisogna aspettare 4’45’’, ma a fare la partita è sempre l’Italia, che chiude la frazione avanti 40-7. La musica non cambia nel secondo periodo. Il parziale azzurro di 9-0 dopo 3’ mostra chiaramente che gli Azzurri non hanno intenzione di abbassare i ritmi. L’Italia tocca anche il +49 (64-15 al 18esimo) nel secondo quarto e quando siamo a metà gara il punteggio recita Italia 64, Filippine 23.

Il quintetto azzurro di inizio terzo quarto è lo stesso di avvio match: Hackett, Belinelli, Datome, Gallinari e Bargnani. Le Filippine partono con un altro piglio alla ripresa e il parziale di 7-5 a favore degli asiatici dopo 2’10’’ induce il CT Azzurro a chiamare timeout.  Maggiore equilibrio nella terza frazione, con gli asiatici che alzano l’intensità e provano a dettare i ritmi di gioco (81-45 al 27esimo), trovando però sempre la risposta degli Azzurri. Quando mancano 10’ da giocare sono 38 i punti che separano le due squadre: Italia avanti 88-50. Nell’ultimo periodo devono solo controllare gli Azzurri: il parziale di quarto va alle Filippine (18-20), l’incontro all’Italia, che vince 106-70.

Nell’altra gara della prima giornata, il Canada ha battuto la Cina 95-69 (Heslip 33 punti). Domani (ore 20.45, diretta SkySport2HD) gli Azzurri sfideranno proprio i canadesi per il primo posto all’Imperial Basketball City Tournament. Nel pomeriggio (ore 18.00, diretta SkySport2HD), il confronto tra Cina e Filippine.

FOTO FIP 

Ti piace questo articolo? Condividilo!