Radio Nettuno

Volley World League 2017, gli azzurri partono con il piede giusto contro l’Iran, la Polonia batte il Brasile 3-2

3 Giugno 2017
Volley World League 2017, gli azzurri partono con il piede giusto contro l’Iran, la Polonia batte il Brasile 3-2

Prima giornata della World League 2017 di volley maschile, in questa prima fase a gironi si gioca in tre sedi Pesaro, Novi Sad, Kazan,  con 12 squadre impegnate divise in tre gironi, con nel gruppo A Iran, Brasile, Italia e Polonia, nel gruppo B Serbia, USA, Belgio e Canada e nel gruppo C  Argentina, Bulgaria, Francia e Russia.

GRUPPO A Pesaro:

ITALIA vs IRAN 3-0 (25-22; 25-23; 25-22)

Gli azzurri hanno sempre mantenuto il pallino del gioco, senza mai troppo spazio agli avversari, i ragazzi di Chicco Blengini ogni volta che hanno accelerato sono sempre riusciti a fare la differenza, recuperando anche da qualche piccola disattenzione, in particolar modo sul finale del secondo set e nella parte conclusiva della terza frazione dove sono stati recuperati tre punti di svantaggio.

Era importante incominciare con il piede giusto per sperare nel difficile compito di centrare la qualificazione alle Final Six, contro un avversario ostico e che negli ultimi anni si è sempre messo in mostra, non era facile imporsi con questa autorevolezza ma gli azzurri si sono davvero superati, dimostrandosi sempre sul pezzo e convinti dei propri mezzi, grande partita per lo schiacciature Luigi Randazzo con 16 punti conquistati grazie alle sue giocate, bravissimi anche Filippo Lanza e Luca Vettori, non sbaglia una scelta il regista Simone Giannelli.

Oggi alle ore 14.00 seconda partita  contro la Polonia campione del mondo guidati da Fefé De Giorgi hanno sconfitto il Brasile al tie-break.

POLONIA vs BRASILE 3-2 (25-20; 20-25; 19-25; 25-22; 15-8)

I Campioni del Mondo battono i Campioni Olimpici nel big match di giornata,  Fefé De Giorgi esordisce nel migliore dei modi sulla panchina della  Polonia riuscendo a ribaltare la partita inserendo Aleksander Sliwka (12), Karol Klos e Rafal Buszek dopo tre deludenti set con le stelle Michal Kubiak e Bartosz Kurek. Top scorer Dawid Konarski (20 punti, 3 muri), doppia cifra anche per Mateusz Bieniek (13 punto e  4 muri).

I verdeoro, da quest’anno guidati da Del Zotto e non più da Bernardinho, sono già qualificati alla Final Six in qualità di Paese organizzatore e questo ko incide soltanto sul morale, non  è bastato l’ottimo Evandro Guerra (22 punti) con Bruningo in cabina di regia, Lucas (5 muri) al centro ma non affiancato da Eder, 18 punti  per lo schiacciatore Lucarelli.

GRUPPO  B a Novi Sad, Serbia :

SERBIA vs USA 3-1 (25-18; 23-25; 25-20; 25-21)

I campioni in carica, guidati da coach Nikola Grbic, giocano alla grande  e trionfano davanti al proprio pubblico nell’altro big match di giornata, sul punteggio di 1-1 è entrato l’opposto Aleksandar Atanasijevic al posto di Luburic, l’opposto di Perugia si è scatenato segnando 11 punti ma quella di oggi è stata la grande serata di Marko Ivovic che con i suoi 4 aces e 17 punti totali, che ha indirizzato la partita verso lo squadrone Serbo.

CANADA vs BELGIO 3-2 (25-22; 19-25; 26-24; 23-25; 15-13)

Sulla carta si sfidavano le due formazioni meno importanti del gruppo B partita molto equilibrata e divertente vinta al  tie-break dai nordamericani grazie ad una grande partita di  John Perrin 21 punti.

GRUPPO  C a Kazan, Russia:

FRANCIA vs BULGARIA 3-0 (25-23; 25-15; 25-22)

Ottimo esordio dei Campioni d’Europa che conquistano una vittoria molto netta, grande partita per  Lyneel, Clevenot e Boyer servita alla perfezione da  Benjamin Toniutti.

RUSSIA vs ARGENTINA 3-0 (25-17; 25-18; 25-19)

I padroni di casa non hanno avuto grandi difficoltà a battere l’Albiceleste di Julio Velasco, grande partita per Maxim Zhigalov con 18 punti, 6 aces che trascina la Russia alla vittoria.

CLASSIFICA: Russia 1 vittoria (3 punti), Francia 1 vittoria (3 punti), Italia 1 vittoria (3 punti), Serbia 1 vittoria (3 punti), Polonia 1 vittoria (2 punti), Canada 1 vittoria (2 punti), Belgio 0 vittorie (1 punto), Brasile 0 vittorie (1 punto), USA 0 vittorie (0 punti), Iran 0 vittorie (0 punti), Bulgaria 0 vittorie (0 punti), Argentina 0 vittorie (0 punti).

Si qualificano alle Final Six: le migliori 5 della classifica generale oltre al Brasile già ammesso di diritto come Paese organizzatore.

 

Ti piace questo articolo? Condividilo!