Radio Nettuno

Volata vincente e l’UnipolSai passa a Novara in gara2

9 Luglio 2017
Volata vincente e l’UnipolSai passa a Novara in gara2

Da tre settimane lo schema si ripete e anche ieri sera la UnipolSai Assicurazioni è uscita vincente dalla seconda partita del weekend, riportando la serie in parità, ma questa volta è stato più difficile del previsto “rimettere a posto” la situazione contro Novara, battuto per 7 a 2 sul suo terreno di gioco, dopo l’inopinata sconfitta in gara1, pareggiando così la serie del secondo turno del girone di ritorno seconda fase regular season IBL 2017.
La partita di Novara è stata all’insegna dell’equilibrio per sette riprese complete, alla fine delle quali il risultato era inchiodato sul 2 a 2. Davvero un “pitching duel” di grande spessore fra due dei lanciatori più in forma del panorama “ASI”: Alex Bassani per i piemontesi (6 riprese, 4 valide, 4 basi ball, 8 strikeout, 2 punti subiti), Andrea Pizziconi (5 riprese, 2 valide, 3 basi ball, uno strike out e un punto subito) per gli emiliani. Solo degli episodi potevano “muovere il punteggio” e il primo ha visto protagonista Alex Sambucci, autore di un lungo fuoricampo al centro sinistra che, in apertura di secondo inning, ha portato in vantaggio i biancoblu. Al quarto inning un botta e risposta fra le due squadre: nella prima parte Bologna ha segnato il punto del raddoppio, partendo da una situazione di due eliminati e basi scariche, guadagnando due “passaggi gratuiti” dopo due ottimi turni di Ambrosino e Vaglio e finalizzando con la valida di Alessandro Grimaudo. Al cambio di campo, però, ecco in apertura la perla di Oscar Angulo, ad imitare Sambucci con un homer anch’egli al centro sinistra che ha dimezzato lo svantaggio. Successivamente, al sesto inning, con Crepaldi subentrato a Pizziconi, il Novara ha avuto la forza di pareggiare, nella stessa condizione precedente degli avversari di due out a basi scariche. E’ stato Batista a battere un singolo ed avanzare sino a 27 metri da casa base rubando prima la seconda, poi la terza, per segnare su un inopportuno errore di Flores. L’interbase felsineo si è poi fatto perdonare all’ottavo inning, quando ha battuto a casa con un doppio lungolinea a sinistra il punto del nuovo vantaggio ospite, mettendo in difficoltà l’ex Cadoni, “finito” subito dopo dalla legnata di Osman Marval (2 su 5), un fuoricampo a sinistra da due punti che ha messo al sicuro il risultato. I biancoblu hanno poi colpito al nono inning contro D’Amico, segnando altre due volte grazie al doppio da pinch hitter di Alex Russo e alla valida a destra di Josè Flores (2 su 4).
Filippo Crepaldi (3 riprese, 3 valide e un punto non guadagnato) ha così ottenuto il suo terzo successo stagionale, mentre l’ultima ripresa è stata lanciata da Corradini senza troppi patemi. Fortitudo “cinica” in attacco, dote non da poco per un “top team”, ottenendo il massimo dalle 8 valide battute, metà delle quali all’ottavo e al nono inning. Due fuoricampo e due doppi hanno sicuramente avuto un peso, ma con altrettanti doppi e un fuoricampo i padroni di casa non sono riusciti ad andare oltre le due segnature.
Un attacco, quello biancoblu, comunque a luci e ombre in questo weekend. Buona la produzione di punti (12 alla fine), sufficiente quella delle valide (14, due in meno degli avversari) con lunghi blackout e soprattutto ben 28 strikeout al passivo, 16 in gara1 e 12 ieri sera, un dato che, quanto meno, va registrato.

Ti piace questo articolo? Condividilo!