Radio Nettuno

Virtus – Bechi: “Costruire a Reggio Emilia una partita solida”

29 Novembre 2013
Virtus – Bechi: “Costruire a Reggio Emilia una partita solida”

La ricetta per fare bene a Reggio Emilia? Una sola, e semplice: dobbiamo tornare a giocare con ritmo, aggressività, facendo le cose che facevamo prima della partita con Venezia”.
Luca Bechi, coach della Virtus, è pronto alla sfida con la Grissin Bon. Una squadra da rispettare, assicura. “Nella passata stagione hanno fatto un signor campionato, sulle ali di un entusiasmo che ancora è tangibile. Ora hanno cambiato due giocatori fondamentali, la guardia titolare e l’ala piccola. Stanno assimilando il cambio Taylor-White, ed è un nodo cruciale per la loro stagione. In casa hanno il solito rendimento costante, e certamente saranno desiderosi di rivalsa dopo la sconfitta con Milano. Così come lo siamo noi, del resto, dopo il passo falso in casa contro Venezia”.
Su questo sentimento della truppa ha lavorato Bechi, con il suo staff, in questi giorni di vigilia. Individuando le cose da fare al meglio. “Dobbiamo tornare a controllare bene il ritmo, e questo passa dalla conquista dei rimbalzi e dal controllo delle palle perse. Proviamo a giocare un po’ più di squadra, un po’ più aggressivi. E a differenza delle trasferte che ci siamo lasciati alle spalle, anche a costruire una partita solida lungo tutti i quaranta minuti di gioco”.
Bechi conosce bene un paio di giocatori che stanno dall’altra parte. “A Biella ho allenato Troy Bell nel 2007-2008, e Greg Brunner l’anno dopo. Bell per Reggio è una pedina importante, un leader carismatico che parte dalla panchina, da sesto uomo. Brunner sta sviluppando nel tempo caratteristiche di giocatore perimetrale. Dobbiamo stare attenti a loro, a Cinciarini che è il play della Nazionale, a una squadra difficile da affrontare e che davanti al pubblico di casa si esalta. Abbiamo lavorato su questi aspetti”.

Ti piace questo articolo? Condividilo!