Radio Nettuno

Troppa Siena per una Virtus incerottata

23 Dicembre 2012

SAIE3 – MONTEPASCHI 66-77
(16-30; 35-40; 54-63)
Virtus Bologna: Gaddefors 1, Imbrò 8, Poeta 2, Moraschini 7, Rocca, Gigli 8, Parzenski ne, Fontecchio ne, Sabatini ne, Ghiacci ne, Smith 28, Hasbrouck 12. All. Finelli.
Mens Sana Siena: Brown 12, Eze ne, Carraretto, Rasic 3, Kangur 11, Sanikidze 5, Ress 14, Ortner 2, Lechthaler ne, Janning 15, Hackett, Moss 15. All. Banchi.
Arbitri: Seghetti, Paternicò, Di Francesco
Note: T2: V 12/32, MS 17/36. T3: V 11/25, MS 12/27. TL: V 9/14, MS 7/9. Rimbalzi: 34-36. Valutazione: 58-83

Un avvio negativo ha condizionato la prestazione di una Saie3 già in difficoltà alla palla a due, dovendo regalare l’infortunato Minard. La Mens Sana ha condotto con autorità dall’inizio alla fine grazie allo strapotere fisico e ad una difesa che s’è concessa pochissime pause. Per le Vu Nere da salvare la prestazione offensiva di Smith e qualche lampo di Imbrò, Hasbrouck e Gigli; troppo poco per pensare di vincere contro la corazzata senese. Male Poeta, anche se è in parte scusabile per le precarie condizioni fisiche.
Inedito, come era nelle previsioni, lo starting five della Virtus che presentava sia Moraschini che Gaddefors. La mossa, però, non sortiva alcun effetto, con Janning che colpiva con buona precisione dalla lunga distanza e Moss che usava il fisico per giocare in post basso contro Gaddefors. Dal 2-7 dopo cento secondi, si passava al 6-16 dopo poco più di quattro minuti; Finelli chiamava time out e Banchi passava a zona permettendo, così, alla sua squadra di volare a +16 (6-22 al 6′). Pian piano i bianconeri entravano in partita, ma lo scarto rimaneva costantemente in doppia cifra (12/16 al tiro per i senesi al 10′). Nel secondo quarto crescevano le due difese e si segnava con maggiori difficoltà (22-36 al 15′). Una fiammata della Virtus (parziale di 7 a 0) faceva esplodere il pubblico che, inoltre, contestava, in più occasioni, un metro arbitrale troppo permissivo per la difesa della Montepaschi. Una bomba di Moraschini, dopo un gioco da tre punti di Smith, riportava i padroni di casa a -5 (35-40 all’halftime), con la coppia Hasbrouck-Smith a quota 21 (9+12).
Nelle prime battute della ripresa la Saie3 tentava l’aggancio (40-44 al 22′), ma, dopo l’errore da fuori di Gigli del possibile -2, si scatenava la Mens Sana che riallungava con un parziale di 0-8 (40-52 al 24′). I biancoverdi, quindi, toccavano nuovamente il +16 (45-61 al 27′). Tre missili consecutivi, però, rianimavano la Virtus (uno-due di Smith + Hasbrouck) che chiudeva la frazione a -9 (54-63). Illusione: Siena tornava ad allungare (57-70 al 34′) e gestiva senza grandi patemi il vantaggio fino alla sirena nonostante Smith, con altre due conclusioni dalla lunga distanza, avesse riacceso il tifo bianconero (63-70 al 37′).
s.m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!