Radio Nettuno

Tour de France, Quinta tappa Vittel – La Planche des Belles Filles primo arrivo in salita con il team Sky pronto ad attaccare

5 Luglio 2017
Tour de France, Quinta tappa Vittel – La Planche des Belles Filles primo arrivo in salita con il team Sky pronto ad attaccare

Dopo lo scossone che ha colpito la corsa nella giornata di ieri, con la squalifica di Sagan, il Tour de France riparte proprio da Vittel, speriamo che nel proseguimento del tour anche i corridori francesi vengano trattati nella stessa maniera, visto che ieri anche il vincitore Demare ha avuto un’andameto molto dubbio ma non è stato sanzionato in alcun modo.

La giornata di oggi, sarà sicuramente molto divertente con i primi attacchi seri alla maglia gialla, tutti si aspettano il consueto attacco del Team Sky di Fromme, con l’arrivo a  Planche des Belles Filles.

IL PERCORSO

Tappa tranquilla nei primi chilometri, con la tipica  pianura francese, fino al chilometro 100, perché lì la strada inizierà a farsi più complessa, al chilometro 107 inizierà la Côte d’Esmoulières, prima vera ascesa di giornata, con 2000 metri, con pendenza media dell’8% con possibili scatti di qualche out sider ma i big non dovrebbero muoversi in attesa del finale durissimo.

Infatti dopo la salita arriva  un lungo falsopiano ascendente ed un’altra fase non impegnativa, ma al chilometro 152 dei 160 totali si incomincia a fare veramente sul serio con la salita conclusiva, di  5,9 chilometri con una pendenza media dell’8,5% ed una punta massima del 20% negli ultimi 300 metri potrebbero arrivare buoni distacchi per capire veramente chi potrà puntare alla vittoria finale e cercare di insidiare il regno di Froome e del team Sky che ha una squadra praticamente imbattibile.

I FAVORITI

Ovviamente i grandi  favoriti sono  Chris Froome e  Richie Porte, ma sicuramente ci proveranno anche il Francese Bardet, l’irlandese Martin, Contador, Aru e Quintana.

Altri possibili grandi protagonisti sulla prima salita del Tour potrebbero essere il danese Jakob Fuglsang compagno di squadra di Aru e vincitore del giro del Delfinato, Louis Meintje, Rafal Majka, Rigoberto Uran,  Simon Yates e Esteban Chaves.

 

Ti piace questo articolo? Condividilo!