Radio Nettuno

Tour de France 2017: Michael Matthews vince a Rodez! Fabio Aru perde la maglia gialla, Froome torna maglia gialla

15 Luglio 2017
Tour de France 2017: Michael Matthews vince a Rodez! Fabio Aru perde la maglia gialla, Froome torna maglia gialla

A vincere sul traguardo di Rodez e’ Michael Matthews che si è imposto alla grande sullo strappo finale, con Greg Van Avermaet (BMC) al  secondo posto e al terzo posto  Edvald Boasson Hagen (Dimension Data) terzo, migliore degli italiani  Sonny Colbrelli (Bahrain – Merida) al sesto posto, Chris Froome (Sky) settimo e grazie al buco creato nello strappo  finale, torna leader della classifica, con Fabio Aru (Astana) che ritorna secondo in classifica a 18″.

La fuga di giornata si forma subito dopo la partenza da Blagna, i protagonisti di questa azione sono Thomas De Gendt (Lotto – Soudal), Timo Roosen (LottoNL – Jumbo), Thomas Voeckler (Direct Energie) e Maxime Bouet (Fortuneo – Oscaro), su di loro prova a rientrare Reto Hollenstein (Katusha-Alpecin), che dopo una quindicina di chilometri li raggiunge, i cinque arrivano nel giro di pochi chilometri ad ottenere un vantaggio di 2’30” con il gruppo dietro che a quel punto si mette a controllare, evitando che il distacco aumenti ulteriormente.

La situazione cambia a 50 chilometri dalla conclusione quando il gruppo aumenta l’andatura, il vantaggio dei fuggitivi inizia a diminuire e all’inizio della salita di Côte de Centrès proprio mentre fra i fuggitivi perdono contatto Bouet e Hollestein, in vista dello scollinamento a perdere contatto è anche Roosen mentre nel gruppo maglia gialla si stacca Kittel.

De Gendt, dopo il GPM stacca Vockler che viene così ripreso dal gruppo, invece  De Gendt  continua nella sua azione, provando una vera e propria impresa in solitaria, il gruppo però non si fa sorprendere e si riporta sul belga a 13 chilometri dalla conclusione, il primo a riportarsi su di lui è Tony Martin (Katusha – Alpecin) che decide di allungare in solitaria, guadagnando però solo una decina di metri, il tedesco però viene ripreso subito dopo e a quel punto si muovono in contropiede Maurits Lammertink (Katusha – Alpecin) e Damiano Caruso (BMC) su cui rientrano poco dopo Nikias Arndt (Team Sunweb) e Pierre Luc Perichon (Fortuneo – Oscaro), che arrivano a guadagnare fino a 15 secondi, ma il gruppo reagisce ed annulla anche questo tentativo, riprendendo prima Arndt, Perichon e Caruso e poi successivamente anche Lammertink a 3,5 chilometri dalla conclusione.

L’andatura del gruppo è molto elevata, con il gruppo in lunga fila indiana, si arriva così sullo strappo finale con il gruppo che si spezza in vari tronconi, a farne le spese è Fabio Aru (Astana) che rimane troppo dietro, dimostrando tutta la sua poca attitudine a difendere la maglia Gialla, perde terreno ed è costretto a cedere la maglia a Chris Froome (Sky), davanti  invece la vittoria va a Michael Matthews (Team Sunweb) che si impone davanti a Greg Van Avermaet (BMC) e Edvald Boasson Hagen (Dimension Data).

Classifica Generale :
1 FROOME CHRISTOPHER TEAM SKY 59H 52′ 09”
2 ARU FABIO ASTANA PRO TEAM + 00′ 18”
3 BARDET ROMAIN AG2R LA MONDIALE + 00′ 23”
4 URAN RIGOBERTO CANNONDALE DRAPAC + 00′ 29”
5 LANDA MIKEL TEAM SKY + 01′ 17”
6 MARTIN DANIEL QUICK – STEP FLOORS + 01′ 26”
7 YATES SIMON ORICA – SCOTT + 02′ 02”
8 QUINTANA NAIRO MOVISTAR TEAM + 02′ 22”
9 MEINTJES LOUIS UAE TEAM EMIRATES + 05′ 09”
10 CONTADOR ALBERTO TREK – SEGAFREDO + 05′ 37”

Ti piace questo articolo? Condividilo!