Radio Nettuno

Terzo posto per la Segafredo anche al “Memorial Bertolazzi”

11 settembre 2017
Terzo posto per la Segafredo anche al “Memorial Bertolazzi”

SEGAFREDO – VICTORIA LIBERTAS 86 – 77
(22-19; 47-41; 60-60)
Virtus Bologna: Chessari ne, Jurkatamm, Umeh 20 (4/4 da due, 4/9 da tre), Petrovic 3 (1/1 da tre), Ndoja 9 (1/1 da due, 2/8 da 3, 1/1 tl), Rosselli 12 (2/4 da due, 2/2 da tre, 2/2 tl), Lafayette 6 (0/4 da due, 2/3 da tre), Gentile S. 7 (2/3 da due, 1/1 da tre), Lawson 19 (8/9 da due, 0/1 da 3, 3/3 tl), Slaughter 10 (4/4 da due, 2/2 tl). All. Ramagli
VL Pesaro: Omogbo 22, Ceron 9, Irvin 14, Mika ne, Moore 13, Bocconcelli, Ancellotti 4, Bertone 12, Monaldi 3, Serpilli. All. Leka.

La Segafredo supera la resistenza di Pesaro e si aggiudica il terzo posto nel “Memorial Bertolazzi”. La partita, giocata al PalaCiti di Parma, ha avuto un discreto grado di intensità tra due compagini in pieno rodaggio (coach Ramagli chiama la terza settimana di lavoro la “settimana della morte”, cioé il periodo di massimo carico atletico), la Virtus ha avuto la meglio nell’ultima frazione quando ha allungato soprattutto grazie alla costanza di Lawson sotto le plance. In una gara temuta dagli allenatori, poiché le squadre non hanno due partite in due giorni nelle gambe, le risposte sono state positive, e lo staff tecnico ha tratto ottime indicazioni sul lato offensivo, in particolar modo. Bene gli stranieri, Umeh e Slaughter hanno confortato con la prova odierna quella di ieri, Lafayette si conferma solido, Lawson ha spadroneggiato in attacco e ha dato un notevole contributo anche difensivo. Note liete anche dagli italiani, con Rosselli decisivo, Ndoja un leader emotivo come se ne trovano pochi, Gentile sempre intenso, anche se non ha avuto certo vita facile dagli arbitri. I giovani si sono fatti valere e hanno meritato gli applausi della panchina, il futuro é roseo per Jurkatamm e Petrovic se continueranno con questo approccio. Pajola assente per un guaio fisico (una contusione rimediata ieri durante la partita con Reggio), da recuperare in settimana assieme ad Ale Gentile, nell’attesa di Pietro Aradori, si spera il più tardi possibile, magari fosse fra oltre una settimana.
Prossima uscita nel torneo di Caserta, sabato prossimo.

Ti piace questo articolo? Condividilo!