Radio Nettuno

Taider: “Andiamo a Firenze per vincere. Corvino mi voleva li…”

5 Ottobre 2012

Ultimo allenamento settimanale sul manto erboso dello stadio Dall’Ara per il Bologna di Stefano Pioli che, dopo la rifinitura a porte chiuse di domani, partirà alla volta di Firenze con qualche acciacco, ma il morale alto dopo il 4 a 0 rifilato al Catania meno di 7 giorni fa. In sala stampa si è fermato Saphir Taider, il più giovane titolare rossoblu che parla già da veterano.  “Non c’è nessuno che ha il posto fisso bisogna sempre fare il massimo – dice il numero 6  del Bologna – anche se mi fanno giocare terzino sinistro. Domenica col Catania non sono stato molto lucido nella fase offensiva perché il mister mi ha chiesto di curare particolarmente quella difensiva e ho sbagliato cose che generalmente non sbaglio”. Forse molti non lo sanno ma la carriera di Taider poteva essere tinta di viola: “Corvino mi ha cercato per andare alla Fiorentina – confessa il francese- era gennaio 2011 ma non volevo andare troppo veloce e volevo giocare. Poi a Firenze sarei stato chiuso da  gente come Behrami, Vargas e Montolivo, ho parlato con la mia famiglia e mi hanno consigliato di andare in una squadra nella quale avrei potuto giocare e mettermi in mostra. Chi mi consiglia? Mio fratello (Nabil Taider – nazionale tunisino). La nazionale francese? Quando un ragazzo è ambizioso ci pensa sempre e io lo sono, ma voglio fare un passo alla volta. Nella nazionale maggiore poi – spiega Taider – i classe 90 non li guardano neanche”. Tornando a parlare del campionato il prossimo impegno sarà proprio con la Fiorentina: “E’ la squadra che ha messo più in difficoltà la Juventus e ci stiamo preparando al massimo. Andiamo a Firenze per vincere.”

G.S.

Ti piace questo articolo? Condividilo!