Radio Nettuno

Super Coppa Spagnola, il Real Madrid non si ferma più batte per 3-1 nella partita di andata ed ipoteca un’altro trionfo

14 Agosto 2017
Super Coppa Spagnola, il Real Madrid non si ferma più batte per 3-1 nella partita di andata ed ipoteca un’altro trionfo

Barcellona – Real Madrid 1-3

Marcatori: 50′ aut. Piqué (R); 77′ rig. Messi (B); 80′ Cristiano Ronaldo (R), 90′ Asensio (R)

Pronti via, c’è subito un’occasione per il Real Madrid dopo il rinvio sbagliato di Ter Stegen, ma Kovacić non ne approfitta con un pallonetto poco convinto, ma prova a crescere il Barcellona che prova a sbloccare la partita, mentre il Real Madrid ci prova con Bale che viene servito in area da Isco ma il sinistro del gallese viene deviato in angolo da Ter Stegen e qui finisce il primo tempo.

Nel secondo tempo il Real Madrid parte molto forte e al 50′ trova il vantaggio grazie alla combinazione Isco-Marcelo sulla sinistra, cross in mezzo del brasiliano con Piqué che cercando l’anticipo trova solo un classico autogol, il Barcellona prova a reagire e crea subito l’occasione per il pareggio, ma il tiro-cross di Deulofeu si perde sul fondo, al 58′ entra Cristino  Ronaldo al posto di Benzema ed il portoghese fa capire che ha voglia di mettere la sua firma, prima tenta il gol in rovesciata, poi cerca l’assist di tacco per Marcelo che si fa chiudere però da Ter Stegen ed infine gli viene annullato un gol in evidente posizione di fuorigioco, il Barcellona da segnali positivi e si mangia  il gol del 1-1 con Busquets che con lo specchio della porta aperto spreca malamente, poi scende in campo purtroppo l’arbitro che concede un rigore inesistente su Luis Suárez che, si tuffa come Tania Cagnotto, sull’uscita di Navas, con Messi che segna dal dischetto, 1-1 dopo 77 minuti.

Il Real Madrid si arrabbia ma rimane con la testa nella partita, con Cristiano Ronaldo che al 80′ segna dopo uno splendido contropiede con Marcelo, la partita sembra in ghiaccio per il Madrid, ma ci pensa ancora l’arbitro a riaprirla, inventandosi una simulazione di Ronaldo che si becca così il secondo giallo dopo l’ammonizione per essersi tolto la maglia sull’esultanza del gol del 2-1, i blaugrana provano così a sfruttare la superiorità numerica, ma al 90′ la chiude Asensio con un gran gol sinistro che chiude la partita di andata sul 3-1 per i Blancos ipotecando un’altro trionfo per il Real Madrid di Zidane che sembra veramente imbattibile.

Ti piace questo articolo? Condividilo!