Radio Nettuno

Scherma – Positiva Virtus alle qualificazioni per gli Assoluti

13 Novembre 2013
Scherma – Positiva Virtus alle qualificazioni per gli Assoluti

E’ cominciata la lunga rincorsa ai Campionati Italiani Assoluti di Acireale 2014. Come tradizione, la città di Zevio (VR) ha ospitato la prima prova di qualificazione Zona Nord di sciabola e fioretto, che ha messo in palio i pass per le gare di qualificazione nazionale che si svolgeranno a Ravenna dal 13 al 15 dicembre prossimi. Una selezione interregionale positiva per Virtus Scherma, che ora potrà contare su 5 sciabolatori nel prossimo turno in terra romagnola. Il meglio è arrivato in campo maschile, a cominciare dal bell’exploit di Giuseppe Gramazio, che è salito sul secondo gradino del podio dopo aver offerto ottime prestazioni in pedana. A fermare la corsa del diciannovenne bianconero ci è voluta tutta la verve del giovane Eugenio Castello (Club Scherma Torino), capace di imporsi 15-9 nell’atto finale del torneo. Considerato tra i favoriti della vigilia e con il ranking migliore, nel suo cammino verso la finale Gramazio ha superato atleti di livello: negli ottavi Niccolò Nistri (Trento) 15-7, nei quarti Riccardo Cestelli (Giardino Milano) 15-10 e in semifinale Francesco De Robbio (Gemina) per 15-12, arrendendosi solo sul più bello. Con questo risultato, l’atleta foggiano si conferma tra i migliori della disciplina e punta a giocarsi l’accesso diretto per gli Assoluti.
Note positive sono arrivate anche da Francesco Scisciolo (11°) e Lorenzo Lotti (15°), che si qualificano alla prova nazionale raggiungendo entrambi gli ottavi di finale. Il primo si è dovuto arrendere a Riccardo Cestelli per 15-7, il secondo a Davide Nicassio (Club Scherma Torino) in un finale thrilling concluso 15-14 a favore dell’atleta piemontese.
Entrano nel tabellone finale (passando così il turno) anche l’esordiente Matteo Neri (20°) – che dimostra ancora una volta di potersela ampiamente giocare anche in mezzo a colleghi più esperti – fermato da Federico De Robbio (Gemina) per 15-11 dopo aver ben impressionato (6/6 ai gironi) e un redivivo Riccardo Sermasi (29°), che ritrova smalto e
cattiveria per centrare la qualificazione, nonostante la sconfitta subita dal più quotato Enrico Benedetto (Varese) per 15-13. Niente pass, invece, in campo femminile dove si qualificavano soltanto le prime 13 atlete in classifica. Tra le sciabolatrici bianconere ha sfiorato il colpo grosso l’esordiente Ottavia Polastri, giunta 16esima, dopo il k.o. subito
negli ottavi di finale da Martina Cappellina (Giardino Milano) col punteggio di 15-6.

Ti piace questo articolo? Condividilo!