Radio Nettuno

Ravenna si conferma la “bestia nera” della Consultinvest

11 marzo 2018
Ravenna si conferma la “bestia nera” della Consultinvest

ORASI – CONSULTINVEST 83 – 77 dts
(12-16; 41-36; 54-62; 71-71)
Ravenna: Giachetti 10, Rice 27, Sgorbati 3, Masciadri 7, Grant 21, Chiumenti 10, Montano 4, Raschi 1, Esposito, Vitale, Cinti ne, Esposito ne, Scaccabarozzi ne. All. Martino.
Fortitudo: Amici 19, Cinciarini 6, Rosselli 3, Italiano 9, Pini 4, Chillo 16, Mancinelli 8, Fultz, McCamey 12, Pederzoli ne, Murabito ne, Boniciolli P. ne. All. Boniciolli M.

Ravenna fatale ancora una volta per la Fortitudo, che fallisce con Cinciarini il canestro della vittoria al termine dei regolamentari e poi deve cedere ai romagnoli nel tempo supplementare.
La cronaca: grande equilibrio nelle prime curve (9-9 al 6′), poi la Consultivest, difendendo molto bene, prendeva qualche lunghezza di vantaggio a cavallo dei primi due quarti (14-21 al 12′). McCamey e Amici si facevano valere in attacco, ma Giachetti teneva in scia Ravenna che tornava in vantaggio al 18′ con un 2+1 di Chiumenti (35-33). Nella ripresa Amici era on fire: cinque punti consecutivi e 43-45, poi Fortitudo a +9 sia sul 45-54 che sul 48-57 con la quinta bomba dell’ala pesarese. Gli ospiti, però, mancavano il pugno del k.o. ed i giallorossi rientravano nel match con un ottimo Chiumenti (64-63 al 34′). Iniziava una lunga volata: Chillo a rimbalzo siglava il 64-68, poi sul 69-70, ad un minuto dalla fine, lo stesso lungo bolognese faceva 1/2 dalla lunetta. Dopo un errore per parte, ecco il pareggio di Grant a -9″. Time out Boniciolli e palla che arrivava, dopo qualche problema, a Cinciarini che si smarcava con un ottimo palleggio, arresto e tiro, ma la sua conclusione veniva respinta del ferro.
Nell’overtime, ultimo vantaggio ospite sul 73-74 (gioco da tre punti del solito Chillo), poi missile di Rice, canestro di Grant per il 78-74. Ultimo giro d’orologio e punteggio sull’80-76; sciocco fallo su Raschi che faceva 1/2 (81-77 a -43″), poi stoppatona di Grant sulla penetrazione di McCamey e il match era virtualmente chiuso.

Ti piace questo articolo? Condividilo!